rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

Corteo Primo maggio 2012, commenti partito alternativa comunista Salerno

Nota stampa del coordinatore regionale Valerio Torre, polemico con Prc e Usb

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

"La sezione di Salerno del Partito di Alternativa Comunista NON parteciperà all'iniziativa indetta da Usb e da Rifondazione comunista a Salerno per celebrare il 1° Maggio, ma, insieme alle altre sezioni della Campania, sarà presente alla manifestazione che si terrà a Napoli, nell'area flegrea, dal titolo "Verso un 1° Maggio autorganizzato e di lotta", promossa da un ampio cartello di realtà combattive e di lotta.

Questa scelta è stata determinata non solo, quanto al metodo, dalle modalità autoreferenziali con cui è stata convocata l'iniziativa a Salerno; ma anche, nel merito, attesa la piattaforma su cui è stata lanciata.
E infatti, se è corretto che fra le parole d'ordine che rinveniamo nel manifesto dell'Usb ci siano quelle contro tutte le leggi che nel tempo hanno precarizzato il lavoro, la presenza, addirittura come organizzatore, del Prc cozza contro quelle rivendicazioni. Non va dimenticato, invero, che fu proprio Rifondazione ad approvare col proprio voto favorevole il "pacchetto Treu" varato dal primo governo Prodi e la legge 247 sul protocollo welfare licenziata dal secondo governo Prodi.

Valerio-Torre-Salerno-3

Che questo sia il vero nodo del problema di una manifestazione indetta su basi confuse e su una piattaforma semiriformista lo dimostra proprio il manifesto con cui il Prc chiama alla partecipazione: non c'è una sola parola contro il governo Monti e, soprattutto, un appello per la sua cacciata! Non si tratta di una dimenticanza, né di una scelta "innocente": la mancanza - non solo nel proprio programma, ma addirittura nelle minime parole d'ordine di una giornata di lotta per i lavoratori - di una vera e combattiva opposizione al governo Monti rappresenta, al contrario, il dazio che Rifondazione deve pagare alle forze del centrosinistra liberale che sostengono quel governo (Pd di Bersani) sull'altare dei molteplici accordi elettorali per le prossime amministrative e del futuro accordo delle politiche del 2013.

È per questo che il Partito di Alternativa Comunista, impegnato - insieme a tutti i partiti che compongono la Lega Internazionale dei Lavoratori-Quarta Internazionale - alla costruzione di una direzione internazionale delle lotte che, dai Paesi arabi all'Europa, stanno contrastando i tentativi del capitalismo in crisi di imporre ai lavoratori un arretramento epocale, parteciperà non alla passerella autoreferenziale che si svolgerà a Salerno, ma ad un vero 1° Maggio di lotta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corteo Primo maggio 2012, commenti partito alternativa comunista Salerno

SalernoToday è in caricamento