menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Nunzio Carpentieri

Nunzio Carpentieri

Covid-19, Carpentieri (FdI): "Carenza di bombole di ossigeno, intervenga la Regione"

Il consigliere regionale della destra lancia un appello al governatore della Campania De Luca ma anche a tutti i cittadini affinchè restituiscano quelle vuote

"La carenza di bombole d’ossigeno, indispensabili strumenti di sopravvivenza per tanti nostri concittadini che stanno lottando contro il coronavirus, sembra essere diventata una vera e propria emergenza. Da più parti arrivano segnalazioni della difficoltà di reperirle e le stesse farmacie continuano a denunciare di esserne rimaste per lo più sprovviste". Lo denuncia il consigliere regionale di Fratelli d'Italia  Nunzio Carpentieri. 

L'appello

Per l'esponente del partito di Giorgia Meloni "occorre far fronte immediatamente a questa situazione di emergenza, adottando i provvedimenti necessari per scongiurare i rischi legati al mancato reperimento delle bombole. Da questo punto di vista, le rassicurazioni del Commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri, che ha dichiarato di aver chiesto alle regioni di evidenziare il fabbisogno di ossigeno e di aver cominciato a fare pressione sulle aziende produttrici, appaiono tardive e non risolutive". Di qui il messaggio a De Luca: "Chiedo dunque al presidente Vincenzo De Luca di attivarsi immediatamente per sottoporre al Commissario la necessità di procedere con estrema urgenza a soddisfare la domanda di questo dispositivo o, in alternativa e per quanto di propria competenza, ad attivarsi in autonomia, facendo in modo che sia la Regione stessa a procedere all’acquisto. Nel contempo, rilancio l’appello rivolto ai cittadini dai farmacisti a restituire tempestivamente le bombole vuote, in modo da consentire a chi ne ha la necessità di poterle più facilmente reperire e utilizzare" conclude Carpentieri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento