rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022
Politica

Rinvio a giudizio, De Luca ironico: "Opera mostruosa del criminale Bofill"

Il sindaco di Salerno su facebook: "Rifarei tutti quanti, nessuno escluso, gli atti e le scelte amministrative relativi al programma di trasformazione urbana"

Sceglie l’ironia il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca nel commentare il rinvio a giudizio chiesto nei confronti suoi e di altre 22 persone in merito alla realizzazione del Crescent. “Di nuovo sui giornali la vicenda del la mostruosa opera progettata dal noto criminale Ricardo Bofill che, in complicità con altri noti malfattori dell’architettura mondiale come Zaha Hadid ed Oriol Bohigas, partecipa da anni al programma di trasformazione urbana di un’area retroportuale totalmente degradata e cementificata. I detti personaggi avranno ancora molto da scoprire dell’Italia della paralisi decisionale e della mummificazione del territorio, del finto ambientalismo e del groviglio burocratico-normativo” scrive sul facebook il primo cittadino. Poi aggiunge: “Ribadisco il più assoluto rispetto per l’azione della magistratura. Ribadisco che il controllo di legalità e legittimità è essenziale in un paese democratico. Ma ribadisco anche che rifarei tutti quanti, nessuno escluso, gli atti e le scelte amministrative relativi al programma di trasformazione urbana. Come sempre, ogni documento giudiziario sarà pubblicato sul sito del Comune di Salerno così come le immagini del “prima” e del “dopo” previsto nelle aree interessate”.

Infine chiede che “su questa vicenda siano accesi tutti i riflettori, che si apra un dibattito nazionale il più vasto ed approfondito possibile. Chiedo che questa vicenda diventi emblematica dell’autentico calvario che è in Italia la trasformazione urbanistica. E’ una vicenda da affrontare non con timidezza subalterna ed imbarazzata, ma come punto d’attacco per una battaglia di modernizzazione di un Paese che, unico in Europa, rimane condannato all’immobilismo. L’Italia – conclude De Luca - non può più essere un Paese nel quale la trasformazione urbana non è un lavoro amministrativo da compiere, ma un continuo atto d’eroismo da chiedere a chi è chiamato a decidere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rinvio a giudizio, De Luca ironico: "Opera mostruosa del criminale Bofill"

SalernoToday è in caricamento