Covid e crisi del commercio a Salerno, la Lega: "Ridurre canoni locazione del 30%"

Le proposte del delegato al commercio Guglielmo La Pastina e del coordinatore Rosario Peduto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

A seguito dell' emergenza COVID-19 ed a fronte del permanere di alcuni storici ed irrisolti nodi che da sempre minano lo sviluppo del comparto in città, il settore del commercio salernitano e' attraversato oggi da una crisi senza precedenti ed allo stato, purtroppo, senza fine. In ragione di ciò, il sottoscritto Guglielmo La Pastina come delegato al "Commercio" del comitato cittadino della Lega, ho ritenuto - insieme al coordinatore Rosario Peduto - di formulare e lanciare nel pubblico dibattito alcune concrete proposte tese anzitutto a sostenere le attività commerciali in questo drammatico momento economico. La più significativa di queste e' quella legata alla riduzione, attraverso un meccanismo di compensazione fiscale, dei canoni di locazione dei locali commerciali fino ad un massimo del 30% dell' intero importo. La misura prevede in capo al locatore la possibilità di un risparmio sulle tasse comunali in cambio di una decurtazione del canone di locazione per l' affittuario. Il meccanismo (secondo un modello gia' efficacemente adottato in altri comuni d' Italia come ad esempio quello di Rimini) non e' fisso ma può essere modulato in varie casistiche quale, ad esempio, puo' essere quella della creazione di un fondo comunale "ad hoc" per il ristoro di eventuali minori incassi da parte dei proprietari degli immobili. Tutto questo comporterebbe una riduzione sensibile dei costi fissi di esercizio ed una grande boccata d' ossigeno in un momento così delicato e difficile per tanti commercianti. Questa misura, insieme ad altre proposte, sarà illustrata nei dettagli in una apposita conferenza stampa che il nostro partito intende realizzare al fine di dare il proprio contributo di proposta al rilancio del commercio salernitano.

Torna su
SalernoToday è in caricamento