rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Crisi Cstp, il documento del comune di Baronissi

Nota stampa dell'amministrazione comunale di Baronissi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Appello al liquidatore: ottimizzare il parco mezzi e ristrutturare il settore Officine

Salerno e Napoli, corrispettivi chilometrici non equi: documento congiunto

dei soci del Cstp indirizzato al governatore Caldoro

Moscatiello chiederà ai sindaci di firmare il testo domani al termine dell’assemblea

 

Strade di serie “a” e di serie “b”. Un chilometro percorso a Napoli dai pullman dell’azienda di trasporto pubblico partenopeo vale il doppio di un chilometro percorso a Salerno dal Cstp. Perché? E’ l’interrogativo che sintetizza il documento che il sindaco Giovanni Moscatiello e l’assessore ai Trasporti Antonio D’Auria chiederanno ai sindaci di sottoscrivere domani, al termine dell’assemblea dei soci del Cstp. Un documento indirizzato al governatore Stefano Caldoro con il quale «si rivendica l’immediato adeguamento del corrispettivo economico chilometrico, poiché vi è una differenza di trattamento fra le aziende di trasporto napoletane ed il Cstp».

«La delicata situazione economica che sta attraversando il Cstp richiede un’analisi attenta e compiuta da parte dei tutti gli Enti comunali consorziati in grado di sollecitare misure adeguate per far fronte alle criticità economiche e lavorative in atto – si legge nel documento – In tal senso, ritengo necessaria una convergenza unanime da parte di tutti i Comuni del consorzio al fine di rafforzare la formale richiesta da inoltrare alla Regione Campania per un adeguamento del corrispettivo economico chilometrico. Dal 2010 al 2011, infatti, l’azienda Cstp ha subìto dalla Regione un taglio di 2 milioni e 130mila chilometri, che tradotto in corrispettivo economico ha significato una riduzione di 8 milioni e 730mila euro. Alla luce di quanto esposto, chiediamo alla Regione Campania, altresì, l’attivazione degli strumenti per la gestione degli esuberi conseguenti al taglio chilometrico – scrive Moscatiello – in quanto è stato previsto dalla stessa Regione un Fondo di Solidarietà da 15 milioni di euro. In ultimo, è fondamentale sollecitare l’azienda Cstp, oggi attraverso il Collegio liquidatore, ad una migliore razionalizzazione delle risorse, intese come patrimonio strutturale e parco mezzi, attraverso anche la ristrutturazione del settore Officina».

 

 

IL TESTO DEL DOCUMENTO


OGGETTO: Cstp – Azienda della Mobilità S.p.A. >> Adeguamento corrispettivo economico
chilometrico – Attivazione Contratti di solidarietà difensiva per esuberi

Gentile Collega,

la delicata situazione economica che sta attraversando il Cstp – Azienda della Mobilità S.p.A. richiede un’analisi attenta e compiuta da parte dei tutti gli Enti comunali consorziati dell’azienda di trasporto in grado di sollecitare misure adeguate per far fronte alle criticità economiche e lavorative in atto. In tal senso, ritengo necessaria una convergenza unanime da parte di tutti i Comuni del consorzio al fine di rafforzare la formale richiesta da inoltrare alla Regione Campania con la quale si rivendica l’immediato adeguamento del corrispettivo economico chilometrico, poiché vi è una differenza di trattamento fra le aziende di trasporto napoletane ed il Cstp, laddove l’area napoletana ha valore medio corrispettivo quasi doppio rispetto all’area salernitana.

Dal 2010 al 2011, infatti, l’azienda Cstp ha subìto dalla Regione un taglio di 2 milioni e 130mila chilometri, che tradotto in corrispettivo economico ha significato una riduzione di 8 milioni e 730mila Euro. Alla luce di quanto esposto, chiediamo alla Regione Campania, altresì, l’attivazione degli strumenti per la gestione degli esuberi conseguenti al taglio chilometrico, in quanto è stato previsto dalla stessa Regione un Fondo di Solidarietà da 15 milioni di Euro. In ultimo, è fondamentale sollecitare l’azienda Cstp, oggi attraverso il Collegio liquidatore, ad una migliore razionalizzazione delle risorse, intese come patrimonio strutturale e parco mezzi, attraverso anche la ristrutturazione del settore Officina. Certo di poter trovare in Voi piena condivisione, sarà possibile sottoscrivere in maniera congiunta tale documento in data 12.04.2012 dalle ore 10 presso la sede del Cstp, in occasione dell’Assemblea dei Soci.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi Cstp, il documento del comune di Baronissi

SalernoToday è in caricamento