Mercoledì, 29 Settembre 2021
Politica

Cultura, Adinolfi (M5S): "Avviciniamo i giovani alla cultura, troppo distratti da pc e social"

L'europarlamentare interviene come nei giorni scorsi aveva fatto il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire, nei confronti dei giovani francesi

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

“Leggere libri è il gioco più bello che l’umanità abbia inventato diceva il premio Nobel per la Letteratura Wislava Symborska. Eppure, oggi, i bambini e i ragazzi si dedicano poco alla lettura preferendo, anche dopo le lezioni scolastiche a distanza, rimanere incollati davanti allo schermo di un pc o di uno smartphone per giocare o chattare. Questo accade perché stiamo perdendo la capacità di insegnare ai nostri figli, ai nostri nipoti quanto possa essere bella e importante per lo sviluppo cognitivo ed emotivo la lettura di un libro”. Così, l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle e membro della Commissione Cultura, Isabella Adinolfi, lancia un vero e proprio appello ai giovani italiani, proprio come nei giorni scorsi aveva fatto il ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire, nei confronti dei giovani francesi. 
“In un momento storico così difficile e complesso, con spazi di socialità limitatissimi per i più giovani, che spesso quindi si rifugiano dietro a uno schermo di un computer o di uno smartphone  per giocare o chattare, trascorrendovi ore intere,  i benefici della lettura diventano ancora più importanti  per non rimanere incapsulati in un mondo fatto solo ed esclusivamente di virtualità. La lettura è formazione, crescita, creatività, fantasia, un vero e proprio sport che va alimentato quotidianamente. Leggete ragazzi, si aprirà davanti a voi un nuovo mondo” conclude nel suo appello  l’On. Adinolfi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura, Adinolfi (M5S): "Avviciniamo i giovani alla cultura, troppo distratti da pc e social"

SalernoToday è in caricamento