Nocera, conguaglio Tari: Cuofano incontra i cittadini

A dispetto di quanto circolato sui social con becere strumentalizzazioni di sorta, i cancelli del municipio sono stati regolarmente aperti alle 16, nel rispetto del regolamento che disciplina gli orari di apertura al pubblico

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Nel pomeriggio di ieri il sindaco, Giovanni Maria Cuofano, ha incontrato un gruppo di cittadini che chiedevano informazioni più specifiche in merito al Conguaglio Tari. A dispetto di quanto circolato sui social con becere strumentalizzazioni di sorta, i cancelli del municipio sono stati regolarmente aperti alle 16, nel rispetto del regolamento che disciplina gli orari di apertura al pubblico.

A nessuno è stato negato o limitato l’accesso alla casa comunale. A difesa della professionalità e della correttezza degli operatori comunali, si stigmatizzano, pertanto, i commenti e le offese gratuite lanciate sui canali social all’indirizzo degli stessi da parte di chi tenta, invano, di incitare all’odio ed alla confusione. Un clima di confronto sereno e disteso, infatti, ha preso il posto della presunta “rivoluzione” fomentata per giorni sui social da urlatori di professione.

Il sindaco ha ricevuto i cittadini, nel rispetto del distanziamento sociale, in aula consiliare e, documenti alla mano, ha risposto a tutte le domande chiarendo il quadro generale del servizio di raccolta differenziata. Già nei giorni scorsi Cuofano aveva avuto modo di incontrare diversi cittadini, anche singolarmente, spiegando, carte alla mano, il riordino del servizio ed il funzionamento della raccolta differenziata.
 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento