menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Curiosità, a Salerno il consiglio provinciale ricorda "le Radio Libere 1976"

Il vice-presidente Carmelo Stanziola, dopo aver parlato dell'iniziativa dello storico speaker radiofonico e giornalista saprese Tonino Luppino di intitolare alle "Radio Libere 1976" piazze, piazzette ed aree verdi

Il Consiglio Provinciale ha approvato all'unanimità una mozione del vice-presidente Carmelo Stanziola, che ha ricordato, in occasione dei 45 anni della storica sentenza della Corte Costituzionale (libertà d'antenna per tutte le radio in Fm, purchè a copertura locale ndr) "una stagione d'oro per la libertà di espressione, sancita dall'art. 21 della nostra Costituzione, nata dalla Resistenza". Carmelo Stanziola, sindaco di Centola Palinuro, ha letto con grande tensione civile la sua mozione, ricordando: il siciliano Peppino Impastato di "Radio Aut", ucciso dalla mafia nel 1978, la cui vicenda è stata raccontata nel film di Marco Tullio Giordana "I cento passi". E poi "Radio Alice" di Bologna, protagonista delle lotte studentesche di quel periodo, emittente di controinformazione politica, chiusa in diretta da un'irruzione della polizia, mettendo in evidenza l'intervista a Papa Karol Wojtyla, che il giovane direttore di Radio Sapri, Tonino Luppino, il 17 gennaio del 1979, realizzò in modo rocambolesco, perchè travestito da missionario sudamericano. "La mitica emittente della nostra provincia (1976-1982)- ha evidenziato Stanziola- è stata la prima al mondo ad intervistare, dopo tre mesi di Pontificato, il futuro Santo polacco".

Le conclusioni

 Il Vice-Presidente Carmelo Stanziola ha illustrato l'iniziativa dello storico speaker radiofonico e giornalista saprese Tonino Luppino di intitolare alle "Radio Libere 1976" piazze, piazzette ed aree verdi (oggi, sono 20 i Comuni che lo hanno fatto). Quindi, ha concluso il suo intervento osservando che, in un'altra occasione, sarà posizionata una targa-ricordo in onore delle Radio in Fm, che "caratterizzarono, dal punto di vista sociale, culturale e politico i decenni a venire, oltre a risolvere problemi territoriali, con un forte impegno nel sociale".  
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento