rotate-mobile
Politica

Caso Mastursi, De Luca chiamato a riferire in Consiglio

Intanto, quella di ieri è stata una domenica intensa e non produttiva per i dirigenti campani del Pd riunitia Santa Brigida

Mentre i vertici del Pd esprimono preoccupazione per la vicenda giudiziaria che ha coinvolto la Regione Campania, oggi è il giorno della verità per De Luca che sarà ascoltato in Consiglio sulla bufera che lo vede coinvolto in merito alla sentenza "truccata" - secondo gli inquirenti - per ottenere lo stop alla Severino e restare governatore in carica.

Nel frattempo, quella di ieri è stata una domenica intensa e non produttiva per i dirigenti campani del Pd riuniti a Santa Brigida per fare il punto dopo il caso De Luca e provare, su imput di Roma, a riorganizzare il partito dopo le dimissioni di Nello Mastursi dal ruolo dell'Organizzazione del partito e il sostanziale azzeramento delle cariche in vista di un direttivo più snello. Circa quaranta esponenti del Pd si sono riuniti ieri ma nulla è stato deciso. Quello che è certo è il "J'accuse" della segretaria Assunta Tartaglione al governatore per il comportamento adottato da una settimana a oggi nell'affrontare la delicata vicenda del coinvolgimento di Mastursi rispetto alle presunte richieste e pressioni dell'avvocato Manna, marito di Anna Scognamiglio, una dei giudici del collegio del Tribunale di Napoli che ha decretato la sospensiva della sospensione del governatore, per l'applicazione della legge Severino. In mattinata, intanto, De Luca è chiamato a riferire in Consiglio regionale sulla vicenda.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Mastursi, De Luca chiamato a riferire in Consiglio

SalernoToday è in caricamento