Martedì, 22 Giugno 2021
Politica

Cultura, De Luca fa tappa all'Unisa: "Stanziati 300 milioni", stoccate a Salvini

Il governatore della Campania ha incontrato il neo Rettore Vincenzo Loia e poi ha partecipato alla presentazione del progetto di digitalizzazione delle opere di Raffaele Viviani

De Luca

Sono felice d'incontrare il nuovo rettore, ci eravamo visti rapidamente durante il periodo delle Universiadi. Credo che avvieremo un rapporto di forte collaborazione tra l'istituzione regionale e l'Universita' di Salerno per rilanciare la nostra attivita', per creare opportunità di sviluppo, per la ricerca, per le prospettive di lavoro per i giovani". Con queste parole è intervenuto il governatore della Campania, Vincenzo De Luca parlando del nuovo rettore dell'Ateneo salernitano, Vincenzo Loia che dal primo novembre scorso ha preso il posto di Aurelio Tommasetti, gia' candidato alle Europee di maggio con la Lega e attuale responsabile del programma elettorale per le Regionali in Campania del partito di Salvini. De Luca è arrivato questa mattina è arrivato con circa mezz'ora d'anticipo al campus di Fisciano. Il governatore, prima di prender parte alla presentazione del progetto di digitalizzazione delle opere di Raffaele Viviani, ha avuto un incontro con il rettore Loia. Poi dal palco, durante il suo intervento, ha annunciato che "avvieremo un rapporto di forte collaborazione".

I finanziamenti

De Luca, nel corso del suo intervento, ha rivendicato il lavoro svolto negli ultimi anni: “Abbiamo fatto un investimento davvero eccezionale, parliamo di quasi 30 milioni di euro per la digitalizzazione di tutto il patrimonio storico-artistico-culturale della regione Campania". Poi ha ricordato  che "abbiamo alcune aree che stiamo digitalizzando, da quella archeologica a quella museale a quella letterale a quella degli archivi. In questo caso, l'Università di Salerno ha curato la digitalizzazione di tutta la produzione di Viviani, dal teatro alla musica. E' davvero un lavoro eccezionale".

Le frecciate ironiche contro Salvini

Il governatore, anche in questa occasione, ha fatto ironia sul leader della Lega Matteo Salvini: “C'e' un mio amico di Milano che fa 200 tweet al giorno e la notte, prima di andare a dormire, ci informa su cosa ha mangiato a cena, se i broccoletti, le carote, il radicchio, o la Nutella a colazione.Noi abbiamo fatto una cosa più trasgressiva – ha aggiunto  - organizziamo la conoscenza della cultura, della storia. Ma come si fa a vivere senza avere la possibilità di costruire un percorso della storia, senza sapere quello che è successo alle generazioni passate...". L'affondo di De Luca è ancora una volta rivolto al leader della Lega, che però non nomina mai. "Se non hai il senso della storia poi ti capita di offendere, di aggredire una signora di quasi novant'anni che si e' salvata da Aushwitz e che viene aggredita, in Italia, oggi", dice ancora. Per l'ex sindaco, "questo capita quando diventiamo prigionieri dei tweet e quando non capiamo che questa Europa, per quanto contorta, tormentata, sgangherata era il tentativo che le generazioni passate hanno messo in campo per fermare le tragedie che abbiamo conosciuto nel nostro continente per due volte con due guerre mondiali che hanno prodotto, nel luogo della grande filosofia, dell'illuminismo, del grande pensiero occidentale, contemporaneamente, il punto più alto della barbarie umana, Aushwitz e Birkenau"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cultura, De Luca fa tappa all'Unisa: "Stanziati 300 milioni", stoccate a Salvini

SalernoToday è in caricamento