menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Doppio incarico, De Luca ammette: "Non sarò sindaco ancora per molto"

A confermarlo è stato lui stesso, incalzato sul palco del teatro dell’Hotel Ariston durante l’incontro della Bcc di Aquara con i suoi soci. Frecciate contro Lupi e il suo Governo

Vincenzo De Luca non sarà sindaco di Salerno ancora per molto. Ad ammetterlo è stato stesso lui, incalzato sul palco del teatro dell’Hotel Ariston durante l’incontro della Bcc di Aquara con i suoi soci: “State tranquilli”, la sua prima affermazione, poi l’ammissione sul suo futuro da primo cittadino che non durerà ancora per molto, “non a lungo”, sottolinea De Luca, spiegando che però si impegnerà “a portare le risorse per il Mezzogiorno”. Sono stati due giorni tempestosi, quelli passati da De Luca dopo che il tribunale gli ha praticamente scagliato contro la sentenza di decadenza dal ruolo di sindaco a causa della sua incompatibilità con il ruolo di governo al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti.

E la tensione nella sua voce è palpabile durante gli interventi che lo hanno visto protagonista nella giornata di ieri. Dall’inaugurazione dell’anno giudiziario al tribunale di Salerno al più recente incontro all’Hotel Ariston di Paestum, dove il sindaco (ormai non più per molto) si è scagliato nuovamente contro il dicastero guidato da Maurizio Lupi e la politica distante dalle esigenze del Paese e degli imprenditori: “Quando si tratta di Milano i soldi di portano. Si facciano meno polemiche, meno bandiere di partito, bisogna combattere insieme, ma questa cosa non l’abbiamo imparata. Dobbiamo reagire, voltare pagina. Siamo il Paese di comitati e comitatini, il primo imbecille può bloccare investimenti di milioni di euro. Per l’Autorità dei Trasporti ho fatto una battaglia per portarla a Napoli, ma da Napoli mi hanno chiamato dicendomi che nessuno si era mosso per volerla, mentre a Torino hanno offerto di tutto per averla. Dobbiamo svegliarci”.

La serata all’Ariston, iniziata alle 19 con un buffet, è stata l’occasione pe presentare ai soci dell’istituto i risultati dell’anno 2013 e le iniziative che partiranno con il nuovo anno: l’inaugurazione della nuova sede amministrativa con il taglio del nastro previsto per la fine di aprile, l’affidamento della Tesoreria della Camera di Commercio alla Bcc Aquara e l’accordo con il Maxi Mall di Pontacagnano Faiano per l’installazione di sportelli bancomat all’interno del centro commerciale. “Il mondo del credito cooperativo è una banca particolare, - ha detto il direttore della Bcc Aquara Antonio Marino, - Non bisogna essere banche grandi, ma grandi banche”.

Dal palco è giunto l’appello del sindaco di Capaccio Italo Voza alla Bcc per ricevere aiuto per le famiglie e le imprese colpite dalle esondazioni, immediata la risposta del presidente dell’istituto di credito, Luigi Scorziello: “Il suo appello lo abbiamo colto già negli anni passati e lo faremo anche adesso”. La serata ha visto anche la testimonianza di imprenditori e soci della Bcc, ed è stata allietata dalla Grande Orchestra Sinfonica di Aquara, storica banda musicale della città dal 1927, anno della sua fondazione, e dalla bella presenza di Chiara Cennamo, finalista di Miss Italia 2013.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento