rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

De Luca a Repubblica: "Dimettermi? Pazzia", intanto Renzi lo difende sulla Rai

A scagliare una lancia in favore di De Luca, sulla Rai, ospite di Agorà, Matteo Renzi: "De Luca non è indagato per le tessere, che risalgono al 2012 quando c'era la segreteria Bersani"

"Dimettersi? In un Paese nel quale le iniziative giudiziarie durano 15 anni e si concludono nel nulla? Sarebbe pazzia, barbarie giudiziaria. Ci si dimette per condanne definitive, salvo che per ipotesi di reato infamanti". Lo ha detto il sindaco e viceministro Vincenzo De Luca, in una intervista a Repubblica.

De Luca si è soffermato anche sul caos del tesseramento Pd a Salerno: "Di fronte ai nostri risultati c'e' chi è  impazzito. Sono disgustato dalla strategia della diffamazione - ha detto - Sanno tutti che qui c'e' una realtà di Pd, fra le poche al Sud, fatta di correttezza, militanza, di tessere non gonfiate e non finte, di partecipazione. A Salerno ho avuto al Comune il 75% dei voti fra tutti i cittadini. E' immaginabile che fra i soli Pd si arrivi oltre il 90. Il problema vero non è questo: è che a votare per Cuperlo sono andati in 50. E comunque, cosa è cambiato rispetto al voto identico ottenuto da Bersani?".

E sul Crescent: "Se avessimo fatto una strage o una rapina a mano armata avremmo avuto meno fastidi. Il mio tempo ha un valore, e non lo spreco per rispondere a Italia Nostra ( che è poi Italia Loro). In un'area degradata e cementificata, con decine di capannoni dismessi - fate vedere le foto...!!!  - ;decidiamo di realizzare ( su progetto di Ricardo Bofill) una riqualificazione urbana che richiama Barcellona. Realizziamo un plastico; per tre mesi lo esponiamo e illustriamo ai cittadini; lo inseriamo nel programma elettorale; lo vota il 75 per cento dei cittadini. Viene corredato di tutti i pareri previsti. Per realizzarlo, chi dobbiamo coinvolgere, l'Assemblea delle Nazioni Unite?".

E a scagliare una lancia in favore di De Luca, intanto, sulla Rai, ospite di Agorà, Matteo Renzi: "De Luca non e' indagato per le tessere, che risalgono al 2012 quando c'era la segreteria Bersani - ha detto - A De Luca si può dire tutto ma non che non ha consenso in città, ha fatto il sindaco e lo ha fatto bene e lo dicevo quando lui votava Bersani. Ora De Luca vota per Renzi e subito si dice: bisogna ragionare su De Luca, è discutibile. C'e' una indagine a Salerno, per ora lui è uscito da tutto", ha osservato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca a Repubblica: "Dimettermi? Pazzia", intanto Renzi lo difende sulla Rai

SalernoToday è in caricamento