De Luca: "Per me il candidato unico è Gigione, se non può ci vogliono le primarie"

Nel consueto appuntemento del venrdì su Lira Tv il sindaco ha parlato anche dell'inchiesta sulla politica romana, della sanità in Campania, del turismo, degli idraulico forestali e dei lavori pubblici"

Vincenzo De Luca

Nel consueto appuntamento del venerdì sul Lira Tv, Vincenzo De Luca, sindaco di Salerno, ha commentato l'inchiesta sulla mala politica a Roma: "Ormai la gente non può che essere disgustata, l’immagine della politica e delle istituzioni è ormai compromessa. E il danno di immagine lo riceve l’Italia intera: vedere sporcata l’immagine di questa città straordinaria fa male a tutti. In questo disastro ho ricavato un piccolo elemento di orgoglio e soddisfazione per noi per la nostra città e la nostra amministrazione. Qui abbiamo lavorato per anni e anni e abbiamo appaltato miliardi di euro di opere pubbliche senza un’ombra. Certo, possono essere stati fatti degli errori nelle procedure, quelle al massimo ribasso, ma dal punto di vista della correttezza e della trasparenza delle gare, siamo stati un modello". Il sindaco ha, poi, parlato dello stato della Cittadella giudiziaria: "Nessuno ancora pare volersi interessare della vicenda del finanziamento per il completamento della Cittadella Giudiziaria, nessuno sta tenendo il fiato sul collo al CIPE. Registro, però, un importante emendamento alla Legge di Stabilità, a firma dell’onorevole Bonavitacola, che prevede che, se un’opera ha avuto l’approvazione sul piano programmatico da parte del CIPE  il decreto di finanziamento deve essere fatto entro due mesi. Mi auguro che venga approvato, perché questo ci consentirebbe di risolvere i problemi. È l’unica iniziativa che ho registrato, mi avrebbe fatto piacere registrare anche un’iniziativa dei valorosi 5 Stelle, forse troppo impegnati in espulsioni o questioni di presunte incompatibilità" ha commentato ironicamente il sindaco.

De Luca ha avuto anche l'occasione di parlare della situazione dei lavoratori idraulico forestali: "Dopo aver dormito per 4 anni e mezzo e dopo aver polemizzato con la precedente Giunta per aver utilizzato i fondi europei, la Regione ha fatto la stessa cosa: ha accantonato 20 milioni per pagare gli stipendi degli idraulico-forestali. Solo per il 2014 però, perché per il 2015 non si sa come ci si regolerà: giusto il tempo di fare un po’ di campagna elettorale, e intanto si sono persi 4 anni e mezzo senza fare un vero progetto per una stabilizzazione vera. È evidente che non è possibile assumerli tutti domani mattina alla Regione, questa sarebbe demagogia. Ma si può pensare a dieci grandi progetti, dalla Terra dei Fuochi a Bagnoli all’assetto idrogelogico. Si può ragionare con le altre istituzioni su un percorso di stabilizzazione. Si possono chiedere anche tre anni di sacrifici e di contratti di solidarietà, ma sapendo che dopo può esserci una stabilizzazione e la possibilità di garantire le retribuzioni non in maniera episodica. Qui si perde tempo, mentre si potrebbero trovare soluzioni importanti nei grandi servizi di civiltà. Gli idraulico forestali stanno combattendo da 4 anni e mezzo, uno di loro si è addirittura suicidato: ma allora nessuno li ascoltava e neppure li riceveva. Oggi, in campagna elettorale, si tenta una indegna presa in giro che durerà 5-6 mesi. La Regione è impegnata solo a tenere appese quante più persone fino alla campagna elettorale, e dunque ricattarle, per poi non fare niente.

Anche sulla sanità De Luca ne ha da dire contro la Regione: "Ci avevano detto che avevano risanato il bilancio. Poi, però, scopriamo che all’Ospedale San Giovanni Bosco di Napoli si è scatenata una rivolta di familiari di pazienti che sono lì senza che nessuno li curi. Questo conferma che restiamo l’ultima regione italiana per livelli di assistenza". Il sindaco ha, poi, parlato delle primarie del Pd: "Per quanto mi riguarda, tutti devono andare a votare. Qui non c’entrano i partiti, la votazione è libera. Mi auguro che ci sia una partecipazione di massa, anche perché sono occasioni nelle quali c’è sempre la tentazione di fare piccoli imbrogli…Spero in un grande coinvolgimento popolare, perché qui si deve decidere se questa Regione è destinata a morire o può diventare un motore di sviluppo. Eppure c’è qualche area del PD napoletano che ogni settimana mette in piedi qualche elemento di confusione. L’ultimo è la possibile candidatura di Gennaro Migliore: che si candidi pure, lo accoglieremo a braccia aperte. Noi siamo sinceri democratici: si candidi chi vuole, l’importante è che si facciano le primarie e decidano i cittadini. Ho appreso che ci sarà un candidato dell’Italia dei Valori, così come uno dei socialisti. In realtà le primarie erano state fissate da un mese e mezzo: forse questi nostri amici erano un po’ distratti, ma l’importante è che se ne siano accorti. Qualcuno aspettava un grande candidato per scongiurare le primarie: purtroppo non è arrivato, si devono accontentare di quelli che ci sono. Il massimo che io posso offrire come candidato unitario è Gigione: quello è l’unico che può mettere d’accordo tutte le anime. Se lui non è disponibile, bisogna rassegnarsi: primarie l’11 gennaio aperte a tutti i cittadini di questa regione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ha parlato, poi, del turismo e dei prossimi lavori pubblici: "La menzione nella classifica di TripAdvisor ci riempie di orgoglio ed è un’ulteriore dimostrazione dell’affermazione di Salerno come città turistica. Nell’arco di 30 km dalla città gli alberghi sono tutti pieni. Questo dimostra che, con un’idea e con l’organizzazione, si può avere un salto di qualità, si può fare di questa regione un distretto turistico di valore mondiale. Abbiamo nelle mani una miniera d’oro, eppure stiamo spesso a leccarci le ferite. Per il Capodanno in Piazza, oltre a Rocco Hunt, quest’anno avremo come ospite la cantante Emma Marrone: sarà una serata fresca e giovane. Una settimana di maltempo ci ha danneggiato e non ci consentirà di inaugurare il tratto di collegamento tra il lungomare e Piazza della Libertà. Dovremo poi riprendere i lavori sulla piazza che è un po’ rovinata, così come la passeggiata sul mare. Appena possibile accenderemo anche l’interno e il tetto della Stazione Marittima per dare una percezione di quello che sarà il progetto nel suo complesso" ha concluso il sindaco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimbo con la febbre: la mamma non aspetta il tampone e lo porta in ospedale, entrambi positivi

  • Incidente a Olevano: troppo gravi le ferite, muore 43enne

  • Covid-19: positivo anche un vigile collegato ai casi di Pontecagnano, sospetto di contagio a Cava

  • Violate norme anti Covid: la polizia chiude bar a Salerno

  • Covid-19: 5 nuovi contagi in Campania, oggi 2 positivi ad Eboli

  • Travolte da un'auto su un muretto, amputata la gamba a Giulia: l'amica avvia una raccolta fondi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento