Decreto Sicurezza: parla l'assessore Savastano, presto a Salerno famiglie affidatarie per i minori stranieri

Mentre in Italia, con l'applicazione del Decreto Sicurezza, molti stranieri stanno perdendo ogni diritto, nella nostra città continua il lavoro di accoglienza e integrazione per i bambini privi di reti parentali

Savastano

"Il decreto sicurezza va rivisto: fermo restando che la legge va rispettata, è opportuno, a mio avviso, presentare ricorso alla Corte Costituzionale e aprire un tavolo con i sindaci, al di là di ogni ideologia politica, al fine di ascoltare le esigenze dei territori e delle persone, nel rispetto dei principi umani che caratterizzano il nostro Paese". A dirlo, stamattina, a margine di "Salerno Dona", iniziativa tenuta presso il teatro Augusteo, l'assessore comunale alle Politiche Sociali, Nino Savastano.

La riflessione

Anche l'assessore, dunque, ha espresso il suo pensiero in merito al decreto sicurezza, contro  il quale sono scesi in campo la Cgil, l'Arci e i consiglieri comunali del Partito Socialista per invitare il sindaco Enzo Napoli a non applicarlo. E mentre il Ministro dell'Interno Matteo Salvini ha definito "disobbedienti" i sindaci che si sono opposti al decreto e il Governatore della Campania, Vincenzo De Luca auspica "che si apra un confronto nel merito per affrontare il problema, con una soluzione ragionevole e prorogando i tempi, senza danneggiare nessuno”, Savastano sottolinea come, per garantire sicurezza, occorrano strategie diverse rispetto a quelle previste dal decreto: "E' utile monitorare la situazione, non mettere in strada persone che, quindi, in tal modo, possono diventare manovalanza per la criminalità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il fronte minori stranieri non accompagnati

Inoltre, sul tema minori stranieri non accompagnati, il settore delle Politiche Sociali di Salerno risulta un passo avanti rispetto agli altri, in Italia: infatti, dopo aver anticipato i tempi, provvedendo per primi alla costituzione del registro dei tutori dei minori stranieri, ora è impegnato con Salerno Prossimità per il completamento di un altro tassello previsto dalla legge. "Forniremo al Tribunale dei Minorenni di Salerno, il registro delle famiglie affidatarie - ha annunciato l'assessore - così da dare a questi ragazzi la possibilità di vivere fuori dalla comunità e all'interno di un nucleo familiare. Quello che sta accadendo nel nostro Paese ci preoccupa moltissimo: noi crediamo che in un Paese Civile un bambino debba essere protetto ed amato, specie se privo di una rete parentale, ricevendo servizi e sostegno", ha concluso Savastano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Salerno, presentato il nuovo "Ruggi". De Luca: "Un altro miracolo"

  • Salerno: la storia della principessa Sichelgaita

  • Covid-19: tra ieri e oggi 24 nuovi casi nel salernitano, contagio a Campagna

  • Covid-19: schizzano i contagi nel salernitano, i dati sui ricoveri

  • Covid-19: altri 6 positivi a Pontecagnano, altri 2 contagi a Cava

  • Blitz antidroga a Scafati: 23 persone in carcere, 13 ai domiciliari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento