menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lambiase

Lambiase

Periferie nel degrado, Lambiase: "Il Comune utilizzi i fondi del Governo"

Il consigliere comunali di "Salerno di tutti" torna a chiedere all'amministrazione comunale di usufruire degli oltre 15 milioni di euro che potrabbero arrivare da Roma per il recupero delle aree degradate

Riqualificare una parte della città usufruendo dei fondi stanziati dal Governo (500 milioni di euro) per il “recupero delle periferie”. E’ questa la proposta che il consigliere comunale Gianpaolo Lambiase rilancia in vista della ripresa dei lavori a Palazzo di Città sperando che trovi riscontro all’interno dell’amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Napoli. I fondi possono essere utilizzati per il recupero delle aree e/o dei quartieri degradati nelle periferie dei comuni capoluoghi di provincia. Il Comune di Salerno potrebbe avere finanziate opere per un importo che supera i 15 milioni di euro.

“Per questo – spiega l’ex candidato sindaco della lista “Salerno di tutti” - ho chiesto all'amministrazione nella prima seduta del Consiglio Comunale di non perdere l'occasione e di usare le risorse che saranno disponibili prioritariamente per sanare uno sconcio da troppo tempo ignorato: la bonifica ed il recupero delle aree di Fratte, Matierno ed Ogliara, ancora occupate dai prefabbricati del terremoto, abbandonate da anni”. Per Lambiase “le aree di proprietà comunale potrebbero essere utilizzate per verde pubblico ed alloggi-parcheggio per ospitare famiglie bisognose”. E ricorda che “versano in condizioni igienico-ambientali "disastrose" e costituiscono pericolo per gli abitanti delle zone limitrofe (pare siano stati impegnati pannelli di amianto per la costruzione dei prefabbricati)”.

A fine agosto scade il termine per la domanda utile alla richiesta del finanziamento. “Spero – conclude Lambiase - che la Giunta Comunale si sia adoperata per accedere ai fondi disponibili”.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento