rotate-mobile
Politica Capaccio

Delocalizzare il poligono di tiro: l'interrogazione di Angelo Tofalo

Il parlamentare salernitano del Movimento 5 stelle ha presentato un'interrogazione a risposta scritta, per sollecitare la delocalizzazione del poligono di tiro militare situato nei pressi della foce del Sele

Angelo Tofalo, deputato salernitano del Movimento 5 stelle, ha presentato un'interrogazione a risposta scritta per la delocalizzazione del poligono di tiro situato vicino la foce del Sele. "Sono ormai decenni che si parla della valorizzazione della costa che collega Salerno al Cilento - spiega Tofalo - ero bambino quando sentivo i primi politici che parlavano di riprogettazione di zone abbandonate a se stesse. ma la totale assenza dello stato ad oggi ha solo favorito la creazione di quartieri dormitorio ed abusivismo edilizio. La situazione si complica ulteriormente se poi non aiutiamo quei pochi privati che, senza l’aiuto dello Stato, credono nelle potenzialità del territorio ed investono in una corretta fruizione dei luoghi. Al danno di una mancata progettazione politica generale - continua il parlamentare - si aggiunge la beffa di uno stato che si serve di questi luoghi come poligono militare di tiro e per operazioni militari ordinarie compromettendo i grandi sforzi dei singoli operatori del turismo".

"L'area dove si trova il poligono di tiro - si legge nell'interrogazione - rientra in un sito di interesse comunitario e le leggi quadro per le zone protette di aree naturali, pur nell’esercizio della delega, regolamentano con precisi indirizzi la tutela e il rispetto del territorio posto a vincolo proibendone l’alterazione o la distruzione dello stato dei fatti naturali, ma favorendo invece il ritorno allo stato naturale. Risulta, poi, che in diverse zone d’Italia, intorno ai poligoni di tiro, si siano sviluppate malattie terminali gravi, quali leucemie, tumori o la famigerata sindrome di Quirra, Il territorio è a forte richiamo turistico soprattutto per le bellezze ambientali e naturali - conclude la nota - e il costante utilizzo di determinati sistemi armamentari potrebbe alterarne inevitabilmente e irreversibilmente lo stato dei fatti"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Delocalizzare il poligono di tiro: l'interrogazione di Angelo Tofalo

SalernoToday è in caricamento