Lunedì, 18 Ottobre 2021
Politica Sessa Cilento

Sessa Cilento: elettori in isolamento per Covid contro il sindaco, la replica

A Sessa Cilento diversi cittadini in isolamento non potranno votare e hanno puntato il dito contro il sindaco che, secondo loro, “non avrebbe adottato alcuna misura per garantire il voto"

Polemiche e amarezza a Sessa Cilento, per i votanti in isolamento domiciliare causa Covid.  Il Governo ha infatti varato un decreto sulle modalità per esercitare il diritto al voto a domicilio: gli interessati avrebbero dovuto far pervenire al sindaco del Comune una dichiarazione, anche per via telematica, in carta libera, attestante la volontà di esprimere il voto presso l’abitazione, con allegato un certificato rilasciato dal funzionario medico designato dai competenti organi dell’Azienda Sanitaria Locale per accertare le condizioni di quarantena o isolamento fiduciario.

A Sessa Cilento, però, diversi cittadini in isolamento non potranno votare e hanno puntato il dito contro il sindaco  che, secondo loro, “non avrebbe adottato alcuna misura per garantire il voto". L’amministrazione comunale, dal canto suo, ha fatto sapere di aver ricevuto richiesta di voto domiciliare soltanto il 1° ottobre, quindi oltre i termini previsti per legge.

La nota

L’Amministrazione comunale di Sessa Cilento tiene a precisare che l’espressione del voto domiciliare da parte dei cittadini positivi al Covid -19 è disciplinata dalle seguenti norme alle quali questa amministrazione si è scrupolosamente attenuta al decreto Legge n. 117 del 17 agosto 2021 recante disposizioni urgenti concernenti modalità operative precauzionali e di sicurezza per la raccolta del voto nelle consultazioni elettorali dell'anno 2021, all’art. 3 disciplina come di seguito riportato l’Esercizio domiciliare del voto per gli elettori sottoposti a trattamento domiciliare o in condizioni di quarantena o di isolamento fiduciario per COVID-19.

(...) Nel previsto termine del 28 settembre u.s. non sono pervenute al Comune di Sessa Cilento richieste di voto domiciliare. Conseguentemente, non sono state attivate le procedure per l’istituzione del seggio speciale, come ritualmente comunicato alla Prefettura di Salerno in data 29 settembre 2021. Soltanto in data 1° ottobre, sono pervenute all’Ente n.3 istanze - evidentemente tardive rispetto al termine dato - da parte di cittadini già positivi al Covid 19 da oltre 15 giorni. (...) La nota inviata  dal Vice Prefetto di Salerno, Dr. D’Agostino, in data 1 ottobre 2021, appare in evidente aperto contrasto con le citate disposizioni di legge e le relative indicazioni attuative, dalla cui applicazione al Sindaco non è dato esimersi.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sessa Cilento: elettori in isolamento per Covid contro il sindaco, la replica

SalernoToday è in caricamento