menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Damiano Cardiello

Damiano Cardiello

Eboli, Cardiello scende in piazza: "Portiamo aria nuova al Comune"

Il giovane candidato sindaco si sofferma a lungo sulle problematiche che da anni ormai affiggono la città: dall'edilizia alla sicurezza, dal commercio al lavoro per i giovani

Centinaia di persone accolgono, nella centralissima Piazza della Repubblica di Eboli, Damiano Cardiello. Giovani, anziani, famiglie, semplici passanti si stringono attorno al giovane candidato sindaco con abbracci, baci, strette di mano e scroscianti applausi che più volte interrompono il suo discorso durato circa un’ora. Sul palco, accanto a lui, i ragazzi che hanno deciso di scendere in campo al suo fianco per espugnare una roccaforte rossa come Eboli. Durante il comizio Cardiello si sofferma a lungo sulle problematiche che da anni ormai affiggono la città: dall’edilizia alla sicurezza, dal commercio al lavoro per i giovani. Ma chiarisce subito che non farà ai cittadini promesse che sa di non poter mantenere.

Noi siamo e stiamo con le persone perbene. Non vi parlerò - ha esordito dal parco riferendosi indirettamente al Pd e ad Antonio Cuomo - di Rimini del sud o Cantagiro e festival vari. Il nostro primario intendimento è quello di dar vita ad una moralizzazione della vita pubblica fatta da liste pulite e persone non compromesse con il passato, ritornando alla legalità, alla correttezza e alla capacità di fare”. Di qui la prima proposta concreta: “Se vinceremo noi partiranno le dirette in streaming delle sedute di giunta e del consiglio comunale, in un’ ottica di trasparenza, con una rendicontazione trimestrale della giunta, concretezza e capacità di fare premieranno ogni consigliere che avrà una delega precipua al suo campo di professionalità” .

Poi tocca il capitolo dell’edilizia lanciato una stoccata al centrosinistra che finora ha governato Eboli e anche a Massimo Cariello: “Per Eboli abbiamo pensato ad una proposta choc: vogliamo rimettere in moto l' edilizia abbassando la pezzatura mini ma per edificare su suolo agricolo da 27mila a 10mila mq”. Non “una cementificazione selvaggia ma un utile strumento per rilanciare l’edilizia e combattere l’abusivismo per necessità”. E poi “appalti a chilometro zero”, con una nuova disciplina per le gare pubbliche “che, a determinate condizioni di qualità ed efficienza, favorisca le imprese ebolitane. Per i lavori con importo di gara fino a 500 mila euro, avvieremo la procedura negoziata invitando dieci imprese che abbiano sede legale in Eboli”.

Altro tema caro da sempre caro al centrodestra e a Cardiello è quello legato alla sicurezza nei quartieri: “Bisognerà convocare ogni mese un tavolo interforze per dar il via libera a pattugliamenti e controlli congiunti che coprano ogni centimetro del territorio”; avviare un “censimento vero degli stranieri stipati come sardine in piccoli appartamenti del centro storico”, rafforzare “il sistema di videosorveglianza e magari ripensare alla figura del carabinieri di quartiere”.  E poi anche il commercio e la cultura. Su come aiutare i commercianti Cardiello sembra avere le idee chiare: “Con agevolazioni dei tributi comunali per i primi tre anni per le attività di nuove apertura da parte di soggetti under 40”. Mentre per l’area Pip  propone di sciogliere il vecchio Consorzio “rinegoziando le somme che gli imprenditori devono al Comune” e creando "condizioni favorevoli per l’arrivo di nuovi soggetti produttivi".

Infine lancia un’altra idea che farà discutere: “Da anni, ormai, si parla di Palazzo Colonna, ma nessun politico ha mai fatto qualcosa di concreto. Riprendiamoci questo meraviglioso edificio storico e delocalizzare l’istituto penitenziario”. Insomma, Cardiello è pronto alla sfida e arringa la folla con uno slogan: “Aria nuova al Comune di Eboli”. Prima di lasciare la piazza il giovane di centrodestra si è soffermato a fare foto e selfie con i giovani e le famiglie presenti attorno a lui. Pronta anche la coalizione con le liste di partito di Forza Italia e Noi Sud e con le civiche Gioventù Ebolitana, Eboli Avanti ed Eboli Fronte Comune.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento