Domenica, 19 Settembre 2021
Politica Centro

"Salerno ferma al palo per l'edilizia sociale": l'interrogazione del consigliere Gallo

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

L’ultimo quinquennio di amministrazione pubblica di Salerno gestita dal centrosinistra continua a palesare “voragini” operative e “vuoti” di visione e programmazione, mancanze queste che si ripercuotono sul tessuto sociale e produttivo della nostra città. A lanciare l’ennesimo affondo alla giunta guidata dal sindaco Enzo Napoli è il consigliere comunale Leonardo Gallo, firmatario di una interrogazione a risposta scritta e orale circa le iniziative assunte dall’Amministrazione in relazione al bando comunale di assegnazione delle aree per la realizzazione del programma di edilizia sociale della città a seguito della conclusione dell’iter di scelta delle aree.

Tutto parte dallo scorso mese di maggio, quando il Vice Presidente dell’AGCI Campania  Aldo Carbone, ha scritto al sindaco Napoli, chiedendo un incontro al fine di rappresentare il disappunto da parte dei cooperatori della città di Salerno per la mancata soluzione – a distanza di 10 anni – alla realizzazione del programma di edilizia sociale della città. Carbone ha evidenziato come sia evidente l’assenza di interlocuzione  politica e dirigenziale rispetto ad una iniziativa programmatica  di rilievo socio-economico quale quella volta a soddisfare l’esigenza di edilizia sociale a Salerno.

Per l’Agci Campania - inoltre - si è registrata nei fatti una lentezza burocratica inspiegabile e una disattenzione politica nel definire, nel corso degli anni, un organico comunale di riferimento sia a livello dirigenziale che politico e che portasse a soluzione la procedura di assegnazione e relativi corrispettivi finanziari per acquisizione aree ed urbanizzazioni alle cooperative in graduatoria. Il tutto considerando che le aspettative del PUC non risultano rispondenti alle previsioni di avere una città di circa 160 mila abitanti ed anzi, dai dati, si riscontra il decremento di circa 10 mila abitanti nel corso di questi anni con una emigrazione di cittadini giovani per ragioni di lavoro e  certamente non con capacità finanziaria tali di consentire di trovare soluzioni abitative a 3.000-4.000 euro/mq., né tantomeno di una offerta locativa accessibile a reddito ridotto. Insomma una situazione di stallo assolutamente intollerabile, aggravata ancor di più dall’opportunità storica di disporre dei finanziamenti della Regione Campania pari a 2 miliardi e 150 milioni di euro da destinare alla rigenerazione urbana con sostegno all’edilizia pubblica e  convenzionata, circostanza questa che potrebbe far assumere alla città di Salerno la leadership nella realizzazione di edilizia e recupero urbano nell’ambito di una rigenerazione urbana ecocompatibile, alternativa a quella privata.

"Ho raccolto le istanze legittime dell’Agci in rappresentanza di tantissimi nostri concittadini - sottolinea l’avvocato Gallo - per sollecitare in modo forte e deciso questa Amministrazione comunale, chiedendo risposte rapide e trasparenti in merito a tutte le mancanze evidenziate dalla stessa organizzazione di categoria. Vogliamo sapere non solo quali iniziative siano state assunte per dotarsi, di una struttura specifica che programmi e diriga un importante programma residenziale distinto in diverse macro aree della zona orientale e collinare, ma anche se ci sia stato l’adeguamento alle normative vigenti in relazione alla organizzazione dei comparti per la costituzione di consorzi, per le procedure espropriative e per la realizzazione delle opere di urbanizzazione, e soprattutto quali siano le azioni portate in essere per disporre dei finanziamenti della Regione Campania pari a 2 miliardi e 150 milioni di euro da destinare alla rigenerazione urbana con sostegno all’edilizia pubblica e convenzionata. Proprio in riferimento a questi fondi, ad oggi questa Amministrazione è colpevolmente immobile e - al di là delle dichiarazioni enfatiche del primo cittadino sull’attenzione verso gli ultimi - sono proprio questi ad essere dimenticati a favore dei più abbienti"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Salerno ferma al palo per l'edilizia sociale": l'interrogazione del consigliere Gallo

SalernoToday è in caricamento