Elezioni comunali a Salerno: appello alle forze politiche di centrodestra

A firmare l'appello di esponenti della società civile e professionisti salernitani

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Esiste un’altra Salerno. Libera, desiderosa di costruire sviluppo, crescita, opportunità per tutti. È fatta di sensibilità politiche, di associazioni, di famiglie e professionisti. Di tanti giovani. 

È la Salerno che in questi anni ha criticato un modello di crescita e di gestione, e’ la Salerno che fra mille difficoltà ha indicato un’altra direzione di marcia, è quella che ha apprezzato alcune intuizioni e che è però stanca di un Sistema chiuso e sempre uguale a se stesso. 

È quella che ha aspettato e che ora intende scendere in campo. 

È il momento di unire questi percorsi e di promuovere iniziative più grandi. È il tempo della responsabilità.

Per farlo tocca, prima di tutto, ai partiti di centrodestra, poi alle associazioni ed ai singoli, agli appassionati della cosa pubblica. È il tempo di leggere la città per disegnare un percorso credibile.

Per le elezioni amministrative del 2021 bisogna organizzare, nella città di Salerno, un fronte ampio, inclusivo. 

Tocca superare le legittime ambizioni personali, andare oltre le battaglie identitarie, e costruire progetti più grandi. 

Proporre alla città un quadro frammentato, fatto di tante liste ed esperienze divise e diverse, sarebbe un errore.

Si rinunci alle corse solitarie che sono nobili e coraggiose ma che rischiano di scoraggiare e dare l’impressione, spesso errata, delle ‘liste fai da te’.

Chi è in campo lavori per coinvolgere nuove energie, per ridare entusiasmo a chi lo aveva e lo ha perso, chi è in campo oggi lavori per unire e, soprattutto, per un programma serio e moderno. 

La Salerno del futuro dovrà tutelare le aree verdi, sviluppare la vocazione turistica, ripensare la strategia industriale. Dovrà tutelare il commercio, rilanciare la sfida della sostenibilità e delle nuove tecnologie.

La Salerno che riparte dovrà abbattere le clientele, dovrà fermare la fuga dei giovani, dovrà essere di tutti e non di pochi.

Insieme, proviamoci. Questa volta davvero

Nota 

Unire ed allargare. Sui temi e senza scontri 

Ecco l’appello ad unire le forze del cambiamento a Salerno. Partendo dal centrodestra ed allargando, contro la frammentazione e per rilanciare sui temi.

L’appello nasce da una idea del giornalista Gaetano Amatruda, grazie allo stimolo di personalità come l’avvocato Enzo Indelli in particolare e poi ancora Fabio Mammone, Pia Napoli ed operatori ‘estranei’ alla politica come Mimmo Fortunato o il noto pediatra Basilio Malamisura.

Ci sono consiglieri comunali, ex consiglieri della città capoluogo, intellettuali, rappresentanti del mondo

Accademico e delle professioni. Qui i primi nomi 50, saranno 100 il fine settimana.

FIRMATARI 

Abate Marco ex consigliere comunale FI

Adinolfi Gianfranco Imprenditore turistico 

Amatruda Gaetano giornalista 

Carpentieri Cristina, avvocato 

Carrella Giovanni avvocato ex consigliere comunale Udc 

Celano Roberto consigliere comunale 

Cuomo Albero Professore universitario

Curzio Raffaele avvocato

D’Anna Alberto, manager pubblico 

Della Corte Pippo imprenditore

De Fazio Massimo bancario, già assessore provinciale

Domini Giovanna avvocato 

Elefante Antonio avvocato 

Fasolino Antonio, avvocato e già assessore provinciale 

Fortunato Domenico agente immobiliare 

Gatto Manuel avvocato 

Gambardella Alfonso docente di religione, Popolo della Famiglia

Giubileo Angelo Liberaldemocratici 

Indelli Enrico ragioniere  

Indelli Emanuele personal trainer

Indelli Vincenzo avvocato

Intennimeo Paolo imprenditore.

Lamberti Luca imprenditore turistico 

Leone Alessio imprenditore 

Malamisura Basilio Specialista in Pediatria 

Marinari Angelo, direttore commerciale 

Marinelli Lina, medico (medicina territoriale)

Mammone Fabio avvocato 

Mammone Aurelio avvocato 

Mazzeo Luca ‘Quelli che le cose non sono normali’

Mazzetti Alessandro docente di storia e geopolitica presso la scuola di guerra economica ASCE

Napoli Pia commercialista 

Novelli Gioacchino, direttore sportivo 

Orlando Rosita avvocato 

Parise Sonia avvocato 

Romaniello Carmine Associazione Andare Avanti 

Russomando Ciro, consigliere comunale Medico 

Rizzo Valentina, dottoressa 

Saggese Antonio consulente politiche e programmazione UE

Salzano Aniello, professore universitario e già Sindaco di Salerno

Santoro Cristian operatore sanitario e dirigente politico

Santoro Aniello Elicotterista Vigili del Fuoco è rappresentante associazione Attiva Salerno

Spatola Armando, dirigente Rivoluzione Cristiana 

Strianese Vincenzo, architetto 

Tiziano Sica Movimento ‘Protesta Popolare salernitana’

Vicinanza Carla, dottoressa 

Voria Antonio Commercialista, Popolo della Famiglia

Torna su
SalernoToday è in caricamento