rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Europee 2014, la De Benedetto a Salerno: “Mi candido ma non mi spoglio”

Al termine dell'incontro, al quale hanno preso parte anche l'ex europarlamentare Genè Andria e Maria Rosaria Carfagna (cugina di Mara), ha telefonato il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo

E’ la candidata più giovane di Forza Italia alle prossime elezioni europee del prossimo 25 maggio. Federica De Benedetto, 29 anni, una laurea in Economia e Commercio, titolare di una piccola impresa nel settore dei servizi, è arrivata questa mattina a Salerno per spiegare le ragioni che l’hanno spinta a scendere in campo in quella che si prospetta una dura campagna elettorale. In un’affollata sala del bar Moka ad attenderla c’erano numerosi giovani berlusconiani e i membri dell’associazione Dai Forza all’Italia guidati dall’ingegnere salernitano Vittorio Acocella. 

“La nostra non è una spaccatura, ma abbiamo una visione del partito diversa rispetto ad altri” ha spiegato Acocella riferendosi alla scelta del partito salernitano di schierarsi dalla parte di Marzia Ferraioli, docente salernitana, anche lei in corsa per Bruxelles. Noi stiamo in Forza Italia e resteremo in Forza Italia. Nonostante la delusione per la composizione delle liste di Forza Italia, per le elezioni europee,  che a nostro avviso, come ha anche dichiarato nella conferenza stampa di presentazione delle stesse il presidente Berlusconi, non rispondono pienamente  all’esigenza di rinnovamento della classe dirigente tutta che si leva dal paese, anche questa volta  abbiamo deciso di non defilarci dall’impegno della campagna elettorale.

“Oggi non vogliamo parlare di cosa succede nel partito a Salerno. Non parlerei di partito spaccato, ma semmai diviso. Ognuno – ha continuato Acocella - comunque può esprimere le proprie idee e preferenze. Noi crediamo, comunque, che soprattutto nei momenti difficili della vita di un partito ci si debba impegnare,  pertanto abbiamo scelto di portare avanti la nostra battaglia per il rinnovamento della classe dirigente sostenendo alle Europee la candidata più giovane della lista di Forza Italia”. Poi si è rivolto alla classe dirigente salernitana del partito: “Lancio un appello all’unità, nonostante le visioni differenti occorre lavorare insieme per far vincere tutti insieme Forza Italia”.

Emozionata ma determinata a vincere questa sfida Federica De Benedetto: “La politica – ha detto la De Benedetto - è una passione, C'è chi va da Zara, chi gioca a tennis, io ho preferito sempre attaccare manifesti e fare politica. Non ho padrini e non ho padroni, ma solo tanta voglia di fare. Per la scelta dei candidati alle Europee è stato chiesto di presentare schede che fossero credibili, che non richiedessero genitori, fidanzati, amanti potenti tutte cose che io non ho, ma che venissero presentate persone credibili. Cinque anni fa la mia candidatura non sarebbe stata sicuramente presa in considerazione. Nessuno mi avrebbe fatto da sponsor politico. Questa volta mi hanno dato questa possibilità e io non ho potuto dire di no, visto che credo nel rinnovamento”.

“Mi candido ma non mi spoglio”: così la De Benedetto ha intitolato il suo video di presentazione alle Europee. “E’ inutile nascondere – ha spiegato - che in questo partito si era diffusa la voce che donne giovani si concedessero al politico di turno, non è così. Questo processo di rinnovamento sta dimostrando che si può partire dal basso senza alcuna raccomandazione e si può riuscire nell’intento”.  Al termine dell’incontro, al quale hanno preso parte anche l’ex europarlamentare Genè Andria e Maria Rosaria Carfagna (cugina di Mara), ha telefonato il sindaco di Pavia Alessandro Cattaneo: “Noi non scappiamo dal partito, ci siamo dentro in modo attivo. Crediamo in  valori come rinnovamento e merito, per un partito più aperto e meritocratico. Non facciamoci inquinare da logiche che allontanano il cittadino dalla politica. Una bella politica si può fare e voi lo state dimostrando sostenendo Federica De Benedetto”.

Sono contento – ha aggiunto il sindaco più amato dagli italiani, secondo il sondaggio Governance Poll 2013  - che in tanti sostengano Federica, mia grande amica con valori importanti, con una grande energia, convinzione e coraggio. E’ lo stesso Berlusconi a volere il rinnovamento, lui lo ha sempre voluto, ma dobbiamo tutti noi fare in modo che ciò accada. Sono convinto che vinceremo questa sfida. Spero di poter venire presto a Sud per salutarvi. Ora sono impegnato in campagna elettorale. In questo momento mi trovo al mercato di Pavia a distribuire volantini. Anche se sono il sindaco più amato d’Italia, non è mai semplice anche se mi presento forte delle cose fatte”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Europee 2014, la De Benedetto a Salerno: “Mi candido ma non mi spoglio”

SalernoToday è in caricamento