menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni europee 2014/ Intervista ad Anna Petrone, candidata con il Partito democratico

Abbiamo intervistato Anna Petrone, candidata alle elezioni europee con Il Pd. L'onorevole Petrone, attualmente consigliere regionale, vuole portare in Europa l'esperienza maturata in questi anni

Si conclude con l'intervista ad Anna Petrone, il nostro giro di articoli dedicati ai candidati salernitani alle europee. Trentotenne salernitana, laureata in sociologia, nel Maggio del 2010, è stata eletta, grazie al consenso di migliaia di cittadini, consigliere regionale della Campania nella lista del Partito democratico.

Onorevole Petrone, quale è stata la spinta che le ha fatto accettare la sfida alle Europee?

Ho accolto l’invito del mio Partito a combattere questa battaglia perché solo una politica che muove antiche e nuove passioni, allarga gli orizzonti della nostra umanità e può cambiare i connotati del mondo. La spinta è stata alimentata dalla voglia di restituire la politica ai territori del Sud dell’ Europa.

Come è andata la campagna elettorale?

Decisamente in maniera positiva: ho respirato tanto entusiasmo da parte dei cittadini, pronti a sostenere me ed il Pd.

Qual è l'obiettivo principale per Anna Petrone?

Potenziare i rapporti con il territorio, puntando alle tematiche sociali e lavorative che interessano gli italiani: si tratta di un grande impegno che può concretizzarsi nel Parlamento Europeo. Porsi al servizio degli altri, come tante e tanti hanno fatto con me, è l’essenza stessa della buona politica e dell’ordinato e pacifico svolgimento delle relazioni tra simili; un passaggio essenziale senza il quale è illusorio parlare di un mondo più bello, più accogliente e che non lascia ai margini indietro nessuno. Bisogna mirare alla valorizzazione del capitale umano, dei talenti delle nuove generazioni e l’esaltazione delle vocazioni territoriali, in un integrato disegno di sviluppo, possono arrestare i processi che stanno sfilacciando, nell’Europa di oggi, i legami sociali e affievolendo il prestigio di tutte le istituzioni rappresentative.

Politiche economiche, sanitarie e di inclusione sociale della nuova Europa quindi. Pronostici sui risultati?

Sono variabili: l'augurio è il successo per il Pd e per me.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento