Venerdì, 12 Luglio 2024
Politica

Potere al Popolo con Erminia Maiorino Sindaca illustrano un punto del loro programma

Il Tempo non è sempre denaro… può anche essere Scambio reciproco!

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Il movimento politico che il gruppo politico nocerino rappresenta sul territorio da ormai quattro anni – Potere al Popolo – si contraddistingue per alcuni principi ispiratori che ne definiscono la prassi: la partecipazione e il controllo popolare sono i primi due, e sono quelli che maggiormente si sono espressi nell’attività prettamente politica che il gruppo ha portato avanti negli anni… i controlli sui buoni spesa, sugli assegni di cura, la volontà di promuovere spinte dal basso e di favorire la consapevolezza politica dei cittadini… Accanto a questi due principi c’è anche quello del mutualismo, che il gruppo di Potere al Popolo Agro nocerino-sarnese ha potuto mettere in pratica grazie all’esistenza della Casa del Popolo Cohiba. Grazie alla Casa del Popolo sono nate, dal 2019 in poi, attività culturali, ricreative, aula studio, assistenza legale e iniziative benefiche.

È quindi fondamentale per questo gruppo trovare la strada affinché anche dall’interno delle istituzioni comunali si possa continuare a proporre questa maniera di creare comunità e di offrire servizi alla cittadinanza slegati da logiche di lucro.

Per questo motivo Potere al Popolo ha inserito nel programma la Banca del Tempo, una banca che funziona senza denaro, in cui l’unica moneta di scambio è l’ora (intesa come unità di tempo di 60 minuti) e tutti i servizi offerti hanno lo stesso valore. Ciascun? iscritt? alla Banca del Tempo mette a disposizione di tutt? ? soci? una propria competenza, quello che conosce o che preferisce fare, e in cambio potrà richiedere a? altr? iscritt? lo stesso numero di ore in attività a cui è interessato. Compito dell’amministrazione sarà creare una Segreteria della Banca del Tempo, che si occuperà di facilitare le relazioni fra soci? (anche organizzando incontri periodici), e di garantire, attraverso un apposito registro digitale, che ci sia un equilibrio tra le ore di attività offerte e quelle ricevute.

«Provate a immaginare… Se un? soci? è disponibile per tre ore di pitturazione, potrà richiedere tre ore di baby sitting offerte da un? altr? soci?; se un? soci? è disponibile per insegnare yoga cinque ore alla settimana, potrà richiedere cinque ore di corso di inglese offerte da un? altr? soci?. Vogliamo costruire una città in cui le relazioni tra le persone siano basate sui valori della solidarietà e del mutuo aiuto. Vogliamo costruire una comunità capace di tendersi la mano e sostenersi nelle piccole e grandi difficoltà del vivere quotidiano, senza lasciare indietro nessun?», è l’intento dietro questa proposta, come illustrato dalla candidata Sindaca Erminia Maiorino.

Ed è la candidata Consigliera Micol Vicidomini a esplicitare la natura alternativa al sistema di un simile progetto: «Lavorare (ad ogni costo), essere produttiv?, spendere ed essere soddisfatt?, anche a discapito del nostro benessere e del nostro senso di comunità. Questo è il meccanismo da cui la Banca del Tempo propone di sottrarre ? cittadin?, collettando saperi e abilità per rimetterli al servizio di tutt?. Anche questa è un’ipotesi migliore per mutare l’esistente». Per trasformare la nostra città e renderla più giusta e solidale ci sono tanti modi, e noi vogliamo sperimentarli ed esplorarli tutti!


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Potere al Popolo con Erminia Maiorino Sindaca illustrano un punto del loro programma
SalernoToday è in caricamento