rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Politica

Elezioni provinciali, la Cgil chiede un confronto pubblico a Canfora e Romano

Il sindacato scende in campo in vista della tornata elettorale del 12 ottobre e chiarisce la sua posizione in merito alle future funzioni dell'Ente

Si è svolta questa mattina, a Palazzo Sant’ Agostino, una conferenza stampa della Cgil Salerno, congiuntamente alla categoria della Funzione Pubblica e alle Rsu, alla  presenza di Ornella Zito, in rappresentanza della Rsu della provincia, Arturo Sessa della segreteria confederale Cgil e del segretario generale Maria Di Serio. Nel corso dell’incontro  sono stati evidenziati i punti di ricaduta di una scelta considerata “nefasta e sbagliata, che prevede una gestione liquidatoria mediante un ente di II livello, non elettivo, in attesa della definitiva cancellazione di questo ente mediante una legge costituzionale". È stato convintamente sostenuto che chi ha governato questo ente "ha fondamentalmente lasciato un’ eredità pesante definibile con un solo termine: disastro. Disastro economico, sociale, urbano sul quale è urgente intervenire. È necessaria maggiore trasparenza: devono essere snocciolati e valutati i dati del bilancio”.

Per il segretario generale Di Serio “occorre definire delle priorità rispetto ai servizi oggi forniti dall’Ente: dalla gestione dei rifiuti alle attività dei Centri per l’Impiego, passando per la formazione professionale. E poi ci sono le questioni della mobilità pubblica, della manutenzione ordinaria di strade ed edifici, a cominciare dalle scuole. Fino ad oggi la latitanza della Regione per un confronto sulla riorganizzazione degli Enti impedisce di capire per il futuro del territorio gli indirizzi di gestione delle attuali attività dell’Ente. Ciò lascia nell’incertezza anche il futuro del personale dell’Ente Provincia, poiché non è chiaro se conoscerà una mobilità territoriale legata al passaggio di competenza, ora della Provincia, ad altri Enti”.

Poi la Cgil ha fatto sapere che è pronta ad un confronto pubblico, aperto anche al contributo dei lavoratori sulle priorità e le esigenze vere del territorio e sul riordino dell’Ente, visto il quadro attuale che esige un confronto aperto e democratico con i candidati alla presidenza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni provinciali, la Cgil chiede un confronto pubblico a Canfora e Romano

SalernoToday è in caricamento