rotate-mobile
Politica

Regionali, De Luca apre a De Mita: "Pronto ad allearmi con i moderati"

Lontani i tempi in cui il sindaco definiva il leader di Nusco "il problema politico della Campania". Poi rivendica il lavoro svolto a Salerno e ironizza su Monica Bellucci

Vincenzo De Luca torna a rilanciare la sua candidatura alla Regione Campania dicendosi pronto ad allearsi anche con Ciriaco De Mita pur di battere Stefano Caldoro. Ieri sera il primo cittadino di Salerno è stato a Solofra dove h partecipato ad un convegno un organizzato dal circolo locale del Pd sul tema “Il nostro territorio… Le nostre risorse… Il nostro futuro”. “Mi propongo in nome di una esperienza di governo che ho fatto nella mia città, dove ho raggiunto risultati di eccellenza in tema di ambiente, sociale, trasformazione urbana, organizzazione della cultura e sicurezza. Per me parlano i fatti, agli altri lasciamo i progetti" ha affermato il sindaco De Luca davanti ad una folta platea di militati dem.

Poi ha aggiunto: "La mia città non era nulla. L’abbiamo trasformata sino a falla diventare una città europea, che per servizi compete con Reggio Emilia e Parma, che ha la raccolta differenziata più spinta d’Italia, una città all’avanguardia e sicura dove non esistono più quartieri dormitori. Noi siamo questo e sulla base di questo vogliamo cambiare la Campania a partire da Napoli, che è l’Italia nel mondo, una città straordinaria che va aiutata”. Poi apre al dialogo con il suo storico (ex?) nemico politico Ciriaco De Mita: "Si parte da una coalizione ma la mia idea è di allargare a forze moderate e realizzare una pluralità di liste di programma. I problemi della Campania sono talmente drammatici, ho la sensazione che non tutti abbiano capito come stiamo combinati". Lontani, dunque, i tempi in cui definiva il leader di Nusco "il problema politico della Campania"

Di qui l’appello finale a tratti ironico: “Se sono scomodo a tanti miei colleghi di partito è perché a me delle correnti, dei valvassori e dei valvassini non me ne frega nulla. Sto dicendo da mesi che non c’è alternativa alle primarie, vanno fatte subito. È la cosa più banale del mondo ma continuo a sentire gente che invoca un candidato unitario, capace di rappresentare tutti i territori e varie amenità. Io un candidato unitario lo tengo, Monica Bellucci. Candidiamo lei e siamo tutti d’accordo, ma se non la candidiamo un altro candidato unitario semplicemente non esiste”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, De Luca apre a De Mita: "Pronto ad allearmi con i moderati"

SalernoToday è in caricamento