Elezioni 2020: regionali e referendum in Campania, nuovi sindaci in 21 comuni, la guida al voto

Campani alle urne domenica 20 settembre, dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì 21 settembre 2020, dalle ore 7 alle ore 15

Domenica e lunedì, tutti alle urne, per eleggere il nuovo presidente della Campania e per il rinnovo del consiglio regionale. Ma anche per esprimere la propria preferenza per il referendum costituzionale e per eleggere i nuovi sindaci, nel caso della nostra provincia, in 21 comuni salernitani, con eventuale turno di ballottaggio il 4-5 ottobre 2020. Andiamo con ordine: domenica 20 settembre, dalle ore 7 alle ore 23 e lunedì 21 settembre 2020, dalle ore 7 alle ore 15, si elegge il Presidente della Giunta regionale ed i 50 componenti del Consiglio regionale. È proclamato eletto Presidente della Giunta regionale il candidato che ha conseguito il maggior numero di voti validi in ambito regionale. Il Presidente eletto è, di diritto, componente del Consiglio regionale, così come il candidato alla carica di Presidente che consegue un numero di voti validi immediatamente inferiore a quello del candidato proclamato Presidente.

Il Consiglio Regionale si compone di 50 consiglieri delle rispettive circoscrizioni elettorali delle 5 province campane, così ripartiti:

- 27 consiglieri per la circoscrizione di Napoli

- 9 consiglieri per la circoscrizione di Salerno

- 8 consiglieri per la circoscrizione di Caserta

- 4 consiglieri per la circoscrizione di Avellino

- 2 consiglieri per la circoscrizione di Benevento 

I consiglieri vengono eletti con criterio proporzionale, sulla base delle liste circoscrizionali provinciali con applicazione di un premio di maggioranza legato al Presidente eletto. In virtù del premio di maggioranza, le liste collegate al candidato proclamato eletto alla carica di Presidente della Giunta regionale ottengono almeno il sessanta per cento dei seggi del Consiglio. Nel calcolo delle percentuali di seggi del Consiglio non è conteggiato il seggio che spetta al Presidente eletto. 

In Campania il governatore uscente Vincenzo De Luca è deciso a ricandidarsi.

I 5 stelle puntano a Valeria Ciarambino

Per il centrodestra in campo il forzista Stefano Caldoro.

Per Idee in Movimento-Terzo Polo c'è Sergio Angrisano

Per Il Partito delle Buone Maniere, Giuseppe Cirillo

Terra candida Luca Saltalamacchia

Potere al Popolo punta su Giuliano Granato

fac-3

Come si vota

Per poter esercitare il diritto di voto, gli elettori dovranno presentarsi al seggio di riferimento muniti di scheda elettorale e documento di riconoscimento valido. Non si può entrare ai seggi in caso di febbre sopra i 37,5 gradi. La votazione per l’elezione del Presidente della Giunta regionale e per l’elezione del Consiglio regionale avviene su un’unica scheda. La scheda è suddivisa in parti uguali: nelle parti a sinistra sono riportati i simboli della lista o delle liste collegate a ciascun candidato Presidente, laddove siano state presentate e ammesse; nelle parti a destra sono indicati i candidati Presidente. Accanto ad ogni lista è riportato lo spazio per esprimere le preferenze per i candidati consiglieri regionali. All’interno del seggio bisognerà rispettare la distanza di sicurezza di un metro con tutti gli altri elettori e la distanza di due metri dagli scrutatori.

Il referendum costituzionale

Le votazioni in questo caso sono a livello nazionale: si tratta del referendum confermativo sulla modifica della Costituzione, approvata dal Parlamento, che riduce il numero dei deputati (da 630 a 400) e dei senatori (da 315 a 200). Le opzioni per l'elettore saranno due: barrare il Sì e quindi confermare il taglio dei parlamentari oppure barrare il No e quindi respingere la modifica.

Perché si vota

Il referendum confermativo della legge costituzionale che taglia il numero dei parlamentari si tiene poiché la proposta di legge di modifica della Costituzione nelle quattro letture parlamentari conformi non ha ottenuto la maggioranza qualificata necessaria per blindare il testo. L'Ufficio centrale per il referendum della Suprema Corte ha dichiarato conforme all'art. 138 della Costituzione la richiesta di referendum confermativo firmato da 71 senatori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lockdown? Arcuri lo boccia, la Campania rinuncia e procede con la didattica a distanza. Chiesti bonus e congedi parentali

  • Nuovo Dpcm 25 ottobre 2020: stop anticipato a ristoranti-bar, si fermano palestre e cinema

  • Fisciano, carabiniere si uccide con un colpo di pistola

  • Covid-19 a Battipaglia, 112 casi e 1 decesso. La sindaca Francese: "Ci sono i primi sintomatici, coinvolgere i medici di base"

  • Salerno a lutto: è morta Serena Greco in un incidente a Roma

  • Restrizioni per le norme anti-Covid: Sal De Riso chiude i battenti, l'annuncio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento