menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La conferenza stampa

La conferenza stampa

Regionali, l'Udc avverte Caldoro: "Sì all'alleanza, ma sul programma"

Il vice segretario nazionale Giuseppe De Mita e il capogruppo regionale Luigi Cobellis a Salerno accolgono nel partito il consigliere regionale cavese Giovanni Baldi

Si è svolto presso la sede della segreteria provinciale del partito l’incontro sul tema “L’Udc ed il governo della Regione Campania”. Presenti il vice segretario nazionale Giuseppe De Mita, il vice presidente del consiglio regionale campano Biagio Iacolare, il presidente del gruppo consiliare regionale, nonché segretario provinciale, Luigi Cobellis. Presente anche il consigliere regionale Giovanni Baldi che, nel corso dell’incontro, ha ufficializzato la propria adesione al gruppo consiliare, ed ovviamente al partito, dell’Udc. Al centro della riflessione non solo il prossimo appuntamento per il rinnovo dell’amministrazione regionale, quanto la costruzione di un percorso, come ribadito da De Mita, politico nuovo in grado di dare risposte ai territori. “Non ci interessa – ha affermato De Mita - essere in maggioranza per ottenere uno strapuntino. Oggi siamo nella maggioranza che sostiene Caldoro e completeremo questo percorso, ma vogliamo avviare un ragionamento sui temi concreti. Starà a Caldoro dirci se si parte da un programma o da uno schema, è chiaro però che se non si parte da un programma la cosa non ci interessa".

Per il vice di Cesa "la consiliatura che si chiude ha luci ed ombre. Il risanamento contabile è stato molto sofferto, ma il prossimo presidente avrà una situazione contabile molto più gestibile. Sulla sanità l’approccio del governo regionale è stato invece più incerto. Il punto di partenza del nostro ragionamento deve essere il capire perché certe cose non sono andate nel verso giusto. Faremo accordi sulla base di un programma; diremo no alla babele di un centrosinistra in cui i candidati scendono in campo per una pulsione narcisistica e a Forza Italia che vuol rifare il vecchio centrodestra”. Sulla stessa linea il segretario Cobellis: "Prima di riflettere su chi sostenere alle regionali  è importante concentrarsi sul percorso che stiamo facendo con Ncd per la Costituente Popolare. L’Udc ha dato un contributo importante per l’elezione del presidente Canfora alle provinciale: da qui non si può avere la pretesa di costruire accordi su base regionale, ma certo non possiamo dire che non sia accaduto nulla. Caldoro a volte è stato strabico nel gestire i rapporti con le forze che lo hanno sostenuto, uno strabismo da correggere”.

Da De Mita e Cobellis è stata sottolineata l’importanza dell’adesione del consigliere Baldi al gruppo dell’Udc, rafforzato non solo numericamente, ma sotto il profilo qualitativo. “Sono convinto - ha sottolineato  Baldi- che noi sosterremo di nuovo Caldoro sulla base di un programma condiviso nell’interesse dei territori. In questi anni c’è stata un’azione di risanamento, ma anche un ritardo nel lavoro per la crescita del territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

social

Superenalotto: vincita di 84.032,07 euro a Pagani

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Lotto tecnico: nuove vincite per i lettori, i numeri

  • social

    Lotteria degli scontrini: i codici della seconda estrazione

  • social

    Prignano Cilento, dopo 50 anni ritorna l'aquila sul Monumento ai Caduti

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento