Elezioni politiche 2013, Michele Grimaldi (Rmi): "Valorizzare i giovani"

Da San Marzano sul Sarno, Michele Grimaldi è candidato alla Camera dei Deputati con Rifondazione missina italiana nella circoscrizione Campania 2

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

Qui di seguito il comunicato stampa inviatoci da Michele Grimaldi, di San Marzano sul Sarno, candidato alla Camera dei Deputati con Rifondazione missina italiana in occasione delle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio.

"24/25 febbraio 2013! Una data importante per il popolo italiano. Ormai manca poco piu di qualche settimana alla prossima tornata elettorale e in qualità di candidato alla Camera dei Deputati con Rifondazione missina italiana mi sento in dovere di esprimere il mio pensiero in merito all'attuale scenario politico nazionale. Il post governo tecnico capeggiato da Monti ha riportato alla ribalta i soliti volti noti che non fanno ben sperare in un cambiamento radicale del nostro paese nè tantomeno ad un riciclo della classe dirigente italiana.

I giovani: la grande risorsa parcheggiata della nostra Italia! Si parla tanto di politiche giovanili, di lavoro per i giovani, di agevolazioni per i giovani: fino ad oggi cosa é stato fatto? La risposta é: poco e niente! Ci si ritrova ad affrontare sempre i soliti problemi attualmente amplificati dalla profonda crisi economica e dalla sfiducia del popolo nei confronti della politica. Rifondazione missina si interpone in questo scenario come valida alternativa alla politica "ballerina" degli ultimi anni. Il fulcro del nostro programma elettorale? La tutela della famiglia che rappresenta il volano dell'economia nazionale. Ho accettato la candidatura da parte del leader Raffaele Bruno in quanto sposo a pieno l'idea di rinascita politica, economica e sociale. La rinascita parte dai giovani e posso dire che: San Marzano c'è. Possiamo cambiare rotta... é solo una questione di giorni".

I più letti
Torna su
SalernoToday è in caricamento