menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mara Carfagna

Mara Carfagna

Elezioni politiche 2013, polemiche Pdl: Mara Carfagna getta acqua sul fuoco

Il commissario provinciale del partito precisa di non aver mai "chiesto le dimissioni del commissario regionale Francesco Nitto Palma", contro il quale si era scagliato il Pdl salernitano

"Occorre uscire nel medio periodo dal meccanismo dei commissariamenti, per sua natura temporaneo, allo scopo di consentire la strutturazione di una nuova classe dirigente radicata sul territorio. Questo, ovviamente, non significa chiedere le dimissioni del commissario, cosa che io non ho mai fatto" così il commissario provinciale del Pdl salernitano Mara Carfagna all'indomani della polemica scoppiata all'interno del partito in provincia di Salerno. Il Pdl salernitano aveva infatti lamentato che i candidati del territorio si trovavano in "posizioni mortificanti" nelle liste per le elezioni politiche del 24 e 25 febbraio e si erano scagliati contro il commissario regionale Nitto Francesco Palma.

"Di fronte ai disastri della sinistra dei quali leggiamo oggi sui giornali, delle connivenze e corresponsabilità del governo uscente, l'ultima cosa che noi del Pdl dovremmo fare è quella di dividerci e continuare a discutere per tramite dei giornali. Ora è tempo di concentrarsi sulla campagna elettorale, proseguire la nostra stagione di verità da contrapporre alle bugie della sinistra. Abbiamo questo dovere soprattutto in Campania, che è una delle Regioni che possono fare la differenza alle urne, mettere il sigillo sulla rimonta e la vittoria" ha aggiunto l'ex ministro Carfagna.

"Sono sicura che nessuno dei dirigenti Pdl verrà meno a questo dovere. Non lo farò io, né, certamente, Nitto Palma, commissario regionale, che è anche candidato al Senato proprio in Campania. A dispetto di quanto scrivono oggi alcuni giornali, infatti, non esiste alcuna frattura o tensione. Le richieste legittime di una più adeguata rappresentanza alla provincia per la quale mi ha nominata con Angelino Alfano commissario, quella di Salerno, sono state interpretate in maniera erronea. Lo stesso vale per l'esigenza che ho manifestato che si esca nel medio periodo dal meccanismo dei commissariamenti", ha concluso Mara Carfagna. Ma la polemica, nel partito, è scoppiata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Salerno: San Matteo ed il miracolo dei leoni del Duomo

Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento