rotate-mobile
Elezioni Politiche 2013

Elezioni politiche 2013, Sergio Passariello (Nuovo Psi): "Renzi premier ed accordo con il Pdl"

L'esponente regionale del Nuovo Psi - Pdl si scaglia contro il Movimento Cinque Stelle ed auspica un'intesa Pd-Pdl con Matteo Renzi primo ministro

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

"Renzi Premier ed accordo di governo con il Pdl, fuori i vecchi e dentro i giovani. Questo sarebbe un ottimo inizio e la giusta risposta a Grillo ed ai suoi grillini!" E' quanto dichiara Sergio Passariello, responsabile Nazionale dell' Ufficio di Segreteria PMI Artigianato del Nuovo Psi, partito cofondatore del Popolo delle Libertà.

"Ovviamente - ricorda Passariello - questa è una mia riflessione personale e non intendo, per ovvi motivi, sostituirmi ai vertici autorevoli del mio partito, ma ho il dovere di fare la mia proposta. Grillo in tutti questi anni ci ha massacrato - continua Passariello - in alcuni casi giustamente, perchè non siamo stati in grado di auto generarci, bloccati da un sistema politico ormai vetusto".

"Oggi, i nostri leader, hanno la possibilità di dimostrare la loro lungimiranza facendo un passo di lato e dando spazio al nostro futuro. Matteo Renzi da una parte ed Angelino Alfano dall'altra - aggiunge Passariello - hanno le carte in regola per traghettare il nostro paese, oltre la crisi, forti comunque di un esperienza sana e concreta che li ha visti partecipi nella gestione amministrativa e politica della nostra Nazione".

"A questo punto - aggiunge Sergio Passariello - credo che anche molti nuovi parlamentari e senatori del M5S, si sentiranno obbligati ad appoggiare questa nuova stagione politica, abbandonando definitivamente, le laconiche ed inconcludenti esternazioni del comico genovese, che aspira all'ingovernabilità e non vuole assolutamente proporre azioni di governo concrete".

"Spero che questa mia esternazione - conclude Passariello - possa arrivare forte e chiara, sia all'onorevole Bersani che all'onorevole Berlusconi, ma in particolare al nostro presidente Napolitano, in modo che possano prendere atto che, in alcuni casi, la grandezza di un uomo si dimostra non con le azioni che mette in campo, ma anche con ciò che è disposto a non fare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni politiche 2013, Sergio Passariello (Nuovo Psi): "Renzi premier ed accordo con il Pdl"

SalernoToday è in caricamento