menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pisano

Pisano

Caso De Luca, i grillini lanciano l'allarme: "Se eletto verrà sospeso dalla legge"

Il deputato Mimmo Pisano si rivolge agli elettoli del Pd: "Se lo votate avrete il caos istituzionale ed ex cosentiniani e De Mita ancora a comandare in regione dopo le tragedie ed i danni che hanno già causato"

Se eletto De Luca sarà subito sospeso dalla legge. E la Campania finirebbe nel caos istituzionale. Gli elettori del Pd votino il M5S per il vero cambiamento”. E’ l’appello lanciato dal deputato salernitano del Movimento Cinque Stelle Mimmo Pisano, alla luce della sentenza del Tar della Campania che ha confermato la candidabilità di De Luca, ma non la sua eleggibilità a presidente della Regione essendo colpito dalla Legge Severino a seguito di una condanna del tribunale di Salerno.

“La sentenza del Tar - spiega Pisano - conferma quanto da noi sempre sostenuto: De Luca verrebbe sospeso, per legge, un minuto dopo la sua eventuale elezione a presidente della Regione. Non avrebbe il tempo di nominare né un vice né la giunta. E getterebbe la Regione Campania nel caos istituzionale, questo i campani lo devono sapere. La sospensione è di diritto, cioè deriva direttamente dalla legge, ed è stata già applicata dal prefetto di Salerno con provvedimento del 23 gennaio e vale 18 mesi. Pertanto nel momento dell’elezione rivivrebbe la sospensione prefettizia e De Luca non potrebbe in alcun modo operare”.

Per questo l’esponente grillino lancia l’allarme: “La Campania si troverebbe in una situazione paradossale con un consiglio regionale validamente costituito e nel pieno delle sue funzioni e una giunta inesistente perché il presidente eletto non avrebbe, poiché sospeso, potere di nominarla. L’appello di De Luca agli elettori del Movimento è patetico: i cittadini campani non voterebbero mai un condannato, uno che nelle liste a suo sostegno ha Gomorra come dice lo scrittore Saviano. Uno che voleva bruciare le eco balle negli inceneritori ma senza dirlo alla popolazione come dichiarato dallo stesso De Luca quando era commissario per la realizzazione dell’inceneritore di Salerno. Uno che costruisce ecomostri per fare case per miliardari distruggendo spiagge e paesaggio. Uno che in 20 anni non ha completato nessuna grande opera a Salerno sperperando milioni e milioni di soldi pubblici. Uno che ha spremuto con le tasse più alte d’Italia i salernitani per alimentare la sua propaganda continua. Uno che ha sistemato i suoi figli nel Pd, trasformandolo in partito famiglia”.

Infine Pisano si rivolge direttamente agli elettori del Partito Democratico della Campania: “Votato per il M5S, per il vero cambiamento. Se votate De Luca avrete il caos istituzionale ed ex cosentiniani e De Mita ancora a comandare in regione dopo le tragedie ed i danni che hanno già causato alla nostra terra. Stiamo valutando con i nostri legali Oreste Agosto e Stefania Marchese la possibilità di ricorrere in Consiglio di Stato”. La curiosità. “I tre mila euro di condanna alle spese li scaliamo dai 45 mila che De Luca e i suoi assessori ci devono ancora, dopo aver perso in tribunale la causa sul doppio incarico dell’ex sindaco di Salerno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento