menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Caldoro

Caldoro

Candidati impresentabili nel Pd, Caldoro a De Luca: "Vigliacco, li hai messi tu in lista"

Dura anche Mara Carfagna: "Come un ragazzino colto con le mani nel sacco De Luca ammette di non aver seguito la composizione delle liste. Ma le sue scuse non reggono"

Dopo l’invito lanciato da Vincenzo De Luca ai cittadini affinchè non votino i candidati definiti impresentabili presenti all’interno delle sue liste elettorali, sulla questione che sta animando il dibattito tutto interno al Pd interviene a muso duro anche il presidente della Regione Stefano Caldoro, che, definisce le parole di De Luca e Guerini “un atto di vigliaccheria della sinistra per nascondersi. Sfregio alle regole. Vengono a dire da Roma che non si devono più votare. Ma occorre essere chiari: se ci sono persone così non le candidi”. Ma “se si corteggiano, si chiamano e si mettono in lista, non si può poi dire che non devono essere votati. Tra l'altro è ben noto che questi personaggi hanno i loro voti – sottolinea Caldoro - quindi è anche una cosa inutile”.

Sulla polemica interviene anche la portavoce del gruppo di Forza Italia alla Camera dei Deputati Mara Carfagna : “Le scuse di De Luca non reggono. Troppo facile e riduttivo nascondersi dietro ad un dito e far passare come una banale «sbavatura» quella che è stata una scelta ben precisa: liste zeppe di impresentabili e trasformisti, costruite ad arte per raccattare quanti più voti possibili senza preoccuparsi della coerenza e della trasparenza. Giustificazioni che arrivano tardi, quando è ormai messo alle strette dall'opinione pubblica che non si lascerà certo abbindolare dalle sue scuse". Per la deputata salernitana “come un ragazzino colto con le mani nel sacco De Luca ammette di non aver seguito la composizione delle liste. E non si comprende se sia più ipocrita o più superficiale. Inizi a raccontare la verità, quella che prova a mistificare in tutti i modi. Dica che non potrà esercitare le sue funzioni seppur eletto. Racconti dell'accordo con De Mita, volto solo a spartirsi il potere. Sia trasparente sui conti di Salerno e spieghi perchè le tasse sono aumentate".

Poi Carfagna avverte il candidato del Pd: “La smetta di ammorbarci con la solita propaganda e le solite bugie, perfettamente in linea con il nuovo corso renziano. Noi non permetteremo che una Regione Campania nuova grazie al faticoso e rigoroso lavoro di Caldoro, sia distrutta da De Luca, dalla politica del clientelismo e del trasformismo. O che faccia in Regione gli stessi danni che ha fatto a Salerno, comune in predissesto finanziario. Lottiamo per continuare a garantire con Caldoro - conclude Carfagna- un governo serio e rigoroso, affinché la Regione Campania resti nelle mani di chi l'ha salvata".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento