menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Emilia Amato

Emilia Amato

"Il governo Caldoro ha ridotto la sanità al disastro": parola di Emilia Amato

Emilia Amato, candidata con Scelta civica, vuole usare la propria esperienza di pischiatra dell'Asl per diventare portavoce dei disagi delle fasce più deboli della popolazione campana

“I cinque anni di governo Caldoro hanno ridotto la sanità campana ad un vero e proprio disastro” a dichiararlo è Emilia Amato, candidata al Consiglio regionale di Scelta Civica - Da psichiatra presso una Asl salernitana tocco quotidianamente con mano le difficoltà della gente e delle fasce più deboli della popolazione, quelle che non arrivano a fine mese, per le quali accedere alle spese mediche è una seria difficoltà. Voglio farmi portavoce dei loro disagi – continua la Amato – affinché possano vedersi garantire quello che rappresenta un sacrosanto diritto, e si smetta di emigrare per accedere a cure adeguate alle proprie patologie".

"Noi campani non siamo cittadini di serie B, i tagli ai servizi sanitari effettuati dal governo regionale guidato dal centro-destra di Caldoro sono tagli alla vita - incalza la candidata di Scelta civica - Basti pensare alle condizioni in cui si trovano i pronto soccorso del nostro territorio. Quelli rimasti, in verità, visto che si è scelto di risparmiare sull’emergenza. Per non parlare delle liste di attesa lunghissime. Per fare una visita specialistica, anche delle più banali, occorre aspettare mesi; un tempo, a volte, prezioso per la salute del cittadino".

"E’ per questo che ho scelto di candidarmi - spiega Emilia Amato - essendo fortemente convinta che solo un governo regionale guidato da Vincenzo De Luca possa restituire dignità alle persone alle quali fino ad oggi sono stati chiesti sacrifici immensi, dando in cambio servizi sanitari pessimi. Quello dell’ex sindaco di Salerno - continua -  è un programma fatto di concretezza, che potrà portarci fuori dall’immobilismo degli ultimi anni. L’eliminazione graduale dei tetti di spesa, il ripristino dei fondi per le politiche sociali, il sostegno ai centri di riabilitazione e l’assunzione di personale medico-sanitario sono azioni che non possono attendere” conclude.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Campania verso la zona "arancione", ecco cosa cambia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Punta Campanella: avvistato un esemplare di balena grigia

  • social

    Laureana Cilento, consiglieri donano fiori alle piazze del paese

  • social

    Lotto tecnico, continuano le vincite: ecco i nuovi numeri

Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento