menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca su Rai 3

De Luca su Rai 3

Legge Severino, De Luca annuncia: "Io sospeso? Pronto il ricorso"

Il neo governatore della Campania risponde con durezza ed ironia su Rai 3 alle domande di Lucia Annunziata rispetto a ciò che accadrà dopo la sua sospensione dall'incarico

Vincenzo De Luca a tutto campo su Rai 3 durante un’intervista concessa al programma “In Mezz’ora” condotto da Lucia Annunziate, al quale aveva partecipato già nel corso della campagna elettorale. Al centro del dibattito, a tratti acceso ed ironico, la spada di Damocle della Legge Severino, che lo sospenderà da governatore della Campania a seguito dell’ormai nota condanna di abuso d’ufficio. Il neo presidente della Regione non ha dubbi: “Le leggi vanno rispettate tutte. La Severino finchè c’è va rispettata rigorosamente e religiosamente. Ma se non siamo un Paese di rimbambiti, se una legge non funziona sarà legittimo lavorare per correggerla. L'unica cosa ragionevole l'ha detta Raffaele Cantone, ricordando al Parlamento che c’è bisogno di un tagliando per la Severino. Io dico esattamente la stessa cosa”.

Poi torna a chiarire la sua posizione: “Per la legge sono candidabile ed eleggibile, lo ha ribadito il Tar respingendo un ricorso dei Cinque stelle. Quindi sono pienamente nel rispetto della legge. Poi scatta la Severino, che avvia la procedura per la sospensione, non per la decadenza. Chi ha fatto ricorso è stato reinsediato, dai Tar ma anche dal tribunale civile a Bari”. Inoltre “abbiamo verificato la contraddittorietà del quadro legislativo italiano. Per la Severino puoi candidarti, essere eletto, poi scatta la sospensione e vieni reimmesso. E' sotto accusa il Parlamento che in tre anni non ha trovato il tempo di produrre una legge coerente". De Luca ribadisce di non avere "nessuna preoccupazione" sull'iter di insediamento degli organi regionali. "Immediatamente dopo la proclamazione degli eletti sarà convocato il Consiglio regionale, proporrò la nuova Giunta con il vicepresidente e la Campania andrà avanti con grande tranquillità".

E all'avvocato Gianluigi Pellegrino, che ha vinto il ricorso in Cassazione sulla competenza del giudice ordinario replica stizzito: "Dice idiozie. Ci sono altri giuristi secondo i quali ad un nuovo eletto come me la Severino non si dovrebbe applicare". Ma lo spostamento della competenza dal Tar al giudice ordinario non complica i tempi per l'eventuale accoglimento di un ricorso? Gli domanda Annunziata, lui risponde: "L'ordinamento prevede l'articolo 700 per le questioni urgenti". L'ex sindaco di Salerno torna a parlare di "aggressione cinica, infame, senza precedenti" nei suoi confronti durante la campagna elettorale. Alla giornalista Rai, che usa il termine “illegalità” per definire il suo atteggiamento verso la Severino, De Luca replica piccato: "E' una falsità. Mi sono mosso nel pieno e totale rispetto delle leggi, anche di una legge sbagliata come la Severino, il cui spirito doveva essere buttare fuori ladri e tangentisti, non impedire alle persone perbene di lavorare".

Sulla composizione della giunta regionale in Campania annuncia che "non ci sarà nessuna distribuzione dei pani e dei pesci. Deciderò in piena autonomia senza contrattare niente con nessuno".  Quanto alla nomina del vicepresidente De Luca non ha voluto farne il nome: "E' come se rivelassi il finale di un libro giallo. Una donna? Aspettiamo prima la proclamazione degli eletti. Ma posso confermare che farà sognare". Infine ha anche sottolineato di non aver toccato l'argomento Giunta nel recente colloquio avuto a Palazzo Chigi con il premier: "A Renzi non chiedo nulla, a palazzo Chigi abbiamo parlato di problemi seri, sviluppo e investimenti, non di pettegolezzi".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento