rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Elezioni regionali Campania 2015 Nocera Inferiore

De Luca contestato da cittadini e ultras di Nocera: "I voti cafoni ora sono buoni?"

Il candidato governatore del Pd è stato costretto a lasciare il teatro Diana per la presenza di numerosi manifestanti. Slogan rivolti anche contro i dirigenti del partito e il sindaco Torquato

Urla, striscioni e pesanti contestazioni rivolte contro Vincenzo De Luca che, nella serata di ieri, avrebbe dovuto partecipare ad una manifestazione elettorale a Nocera Inferiore. Ma il candidato governatore del Pd è stato costretto ad abbandonare in pochi minuti il palco perché preso di mira da decine di cittadini ed ultras della squadra calcistica cittadina, che lo avevano già accolto a suon di fischietti in bocca ed urla da stadio al suo arrivo davanti l’entrata del teatro Diana.

Ma perchè nasce la contestazione? Lo spiega un lungo striscione esposto dai manifestanti: "Luci d’Artista, i voti dei cafoni ora sono buoni". Il riferimento è ad un'intervista televisiva nella quale De Luca criticherebbe il comportamento dei cittadini dell’Agro durante la loro permanenza a Salerno nel periodo delle luminarie. “E' una situazione che mi dispiace, sinceramente tutto nasce da una frase che non ho mai pronunciato” si giustifica De Luca con i giornalisti che lo attendevano all’uscita. Poi annuncia: “Tornerò venerdì”.

Nel mirino di cittadini e ultras anche i dirigenti locali del Partito Democratico che hanno provato a svolgere il ruolo di mediatori, contro i quali si sono rivolti a suon di “Vergogna, vergogna, vergogna”. Qualche contestazione per il sindaco Manlio Torquato, presente all’evento politico. Per tutto il tempo l'area del teatro Diana è stata sorvegliata dalle forze dell'ordine, che successivamente hanno scortato De Luca fino allo svincolo dell'autostrada.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

De Luca contestato da cittadini e ultras di Nocera: "I voti cafoni ora sono buoni?"

SalernoToday è in caricamento