menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un momento dell'iniziativa

Un momento dell'iniziativa

M5S, il vice presidente della Camera Di Maio: "L'Expo oscuri lo spot del McDonald's"

E poi sulla legge Severino, la Ciarambino: "Il candidato Vincenzo De Luca qualora dovesse risultare vincitore, decadrebbe dopo un secondo dopo la sua elezione"

"Chiediamo all'Expo di ritirare McDonald's come sponsor. Allo stesso tempo faremo un esposto all'Agcom insieme al presidente della commissione di vigilanza Rai, Roberto Fico, e al candidato presidente alla Regione Campania, Valeria Ciarambino, per chiedere di oscurare lo spot McDonald's. Renzi non sta difendendo l'Italia e le sue tradizioni". E' quanto sostiene il vice presidente della Camera, Luigi Di Maio, in piazza Portanova, a Salerno, in occasione della presentazione del progetto del Movimento 5 Stelle per la Campania. A far da scenografia al comizio, alcune pizze esposte: "E' inspiegabile - sottolinea la Ciarambino - che McDonald's sia uno dei principali sponsor dell'Expo. Nello spot si valorizza un loro panino a discapito della nostra pizza. E' un messaggio che consideriamo fortemente diseducativo. A Renzi chiediamo di ritirarlo come sponsor di questo evento che dovrebbe valorizzare le eccellenze del nostro meraviglioso Paese".

Lo stesso vice presidente della Camera, poi, ha puntato i riflettori sul caso De Luca: "il Movimento 5 Stelle ha già ristretto la legge Severino. Con noi non si possono candidare persone che sono indagate o condannate e per questa ragione noi abbiamo gia' una restrittività sulla legge Severino che dimostra che non bisogna aspettare le leggi per non mandare condannati in Parlamento". "Il candidato Vincenzo De Luca qualora dovesse risultare vincitore, decadrebbe dopo un secondo dopo la sua elezione-  incalza Valeria Ciarambino - Noi faremo ancora una volta la nostra battaglia e ci opporremo al candidato De Luca. Stiamo denunciando in tutte le sedi questa situazione. Ci piacerebbe che la vicenda si risolva prima, perchè altrimenti potremmo incorrere in un commissariamento della Regione Campania e questo potrebbe portare forte incertezza per una regione che ha bisogno, invece, di futuro e di certezze. Ci costituiremo in giudizio e metteremo in campo la nostra battaglia in Parlamento se necessario", ha concluso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazioni in Campania, al via le adesioni degli “over 60”

Attualità

Covid-19: la Campania verso la conferma in zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento