Enzo Napoli pronto alla proclamazione: ecco come rientrano i "malpancisti"

Il sindaco di Salerno è al lavoro per riprendere l'attività amministrativa e far rientrare i malumori manifestati da diversi consiglieri comunali che aspiravano ad un posto in Giunta

Napoli

Enzo Napoli si appresta a diventare a tutti gli effetti sindaco di Salerno. A distanza di più di una settimana dall’elezione plebiscitaria dello scorso 5 giugno, nella giornata di martedì 14 giugno 2016 potrebbe avvenire la sua proclamazione ufficiale, ritardata per via di un incessante lavoro messo in campo da parte della commissione elettorale  sul riconteggio delle schede riguardanti i voti di preferenza del candidato sindaco e degli aspiranti consiglieri comunali. Diverse le anomalie burocratiche riscontrate nelle documentazioni provenienti dai 152 seggi sparsi nel capoluogo, a cui si sta cercando di porre rimedio.

Intanto, dopo la composizione della Giunta, Napoli starebbe cercando di far rientrare anche i maldipancia di quei consiglieri comunali che aspiravano ad avere un ruolo nel nuovo esecutivo cittadino, alla luce dei lusighieri risultati elettorali fuoriusciti dalle urne. E’ il caso, ad esempio, di Antonio D’Alessio e Paky Memoli. In che modo? Valutando la possibilità di assegnare singole deleghe di governo, posti nelle società municipalizzate e anche la guida delle commissioni comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Campania, parte la zona gialla "rinforzata": ecco cosa si potrà fare (e cosa no)

  • Nuovo Dpcm e zona gialla per la Campania: ecco le nuove regole da rispettare

  • Nuovo Dpcm 15 gennaio: ecco cosa dovrebbe cambiare anche in Campania, nelle zone gialle riaprono i musei

  • In Campania il numero dei vaccinati è maggiore dei vaccini arrivati: la Regione si affretta a chiarire

  • Strada ghiacciata, incidente a catena in autostrada a Pontecagnano: quattro i feriti

  • Vaccino ad amici e parenti, indaga la Procura di Salerno: intervengono i Nas

Torna su
SalernoToday è in caricamento