menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Centrodestra, siglata la pace tra Fi e Fdi-An: "Tutti uniti con Caldoro e Romano"

E sulle regionali Caldoro dice: "Mi auguro che il nostro lavoro sia apprezzato. Sono orgoglioso di poter presentare in Italia una regione che rispetto alle altre ha migliorato nei differenziali"

Il centrodestra torna unito. Dopo quattro anni di scontri e polemiche a distanza è tornato il sereno all'interno della coalizione, in particolare tra Forza Italia e Fratelli d'Italia-Alleanza Nazionale, in vista delle prossime scadenze elettorali. La pace politica è stata siglata ieri sera a Scafati, dove alla Festa Regionale di Forza Italia, organizzata dal sindaco Pasquale Aliberti, ha partecipato anche il candidato alla presidenza della Provincia Giovanni Romano, sindaco di Mercato San Severino, assessore regionale all'Ambiente ed esponente salernitano di Fdi-An.

Strette di mano, abbracci e fotografie sorridenti hanno condito la serata sotto gli occhi compiacenti del presidente della Regione Campania Stefano Caldoro e della leader provinciale degli azzurri Mara Carfagna. "Sono una persona che si vuole misurare con questa nuova avventura. La nostra raggiunta unità è un risultato importante non solo per questo impegno alle provinciali ma anche e soprattutto in vista delle prossime regionali che ci dovranno vedere tutti uniti responsabilmente, e lo si deve fare soprattutto per i nostri elettori".ha affermato Romano. Una unità sottolineata anche dalla Carfagna: "Noi ce la mettiamo tutta perché ritrovare l’unità lo chiedono in primo luogo gli elettori del centrodestra. Ci auguriamo che anche dall’altra parte ci sia la stessa volontà".

Ma l'occasione della manifestazione regionale dei forzisti è stata anche l'occasione per il governatore Caldoro di fare il punto della situazione in vista delle elezioni regionali del prossimo anno: "Mi auguro che il nostro lavoro sia apprezzato e sia apprezzato anche dal governo E' importante riconoscere il buon lavoro amministrativo - dice - poi la convenzione politica ha le sue regole, e' una cosa diversa. Noi oggi siamo impegnati a lavorare per l'interesse dei cittadini in questo momento di crisi. Sono orgoglioso di poter presentare in Italia una regione che rispetto alle altre ha migliorato nettamente nei differenziali".

Mentre sulla sua possibile ridiscesa in campo taglia corto: “Si sbaglia se guardiamo la partita tutta sul piano personale. Non e' una persona che risolve i problemi - sottolinea - bisogna farlo sui contenuti. Invece ci si attarda proprio su una questione nominalistica. Ma un nome non risolve i problemi, questo e' oggettivamente impossibile". Sul possibile candidato tra le file del centrosinistra, Caldoro è chiaro: "ogni coalizione decide il proprio nome in autonomia, non entro in questioni interne delle altre organizzazioni politiche".

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: altri 17 positivi a Salerno città, tra cui una bimba

  • Incidenti stradali

    Due incidenti ad Agropoli e Capaccio: corrono 118 e carabinieri

  • Cronaca

    Trincerone Est: domani l'inaugurazione, i dettagli dell'opera

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento