Politica

Fonderie Pisano, Piero De Luca: "No alla delocalizzazione senza un confronto"

Il deputato salernitano del Pd interviene sulla querelle che vede contrapposti la proprietà dell'opificio e il comitato "Salute e Vita"

Piero De Luca

Sulla querelle in corso tra proprietà e comitato "Salute e Vita", a causa della mancata delocalizzazione delle Fonderie Pisano, che di recente sono state riattivate, interviene il deputato salernitano Piero De Luca.

L'appello

L'esponente del Pd affronta di petto la questione: "Sto seguendo con particolare attenzione la delicata vicenda delle Fonderie Pisano.Continuo a ritenere che la delocalizzazione dello stabilimento industriale rappresenti, allo  stato attuale, l’unica soluzione in grado di salvaguardare il diritto alla salute dei residenti e garantire al contempo la continuità aziendale nonché i livelli occupazionali delle maestranze già provate da un estenuante percorso di precarietà”. Per il primogenito del governatore della Campania, comunque, “nessuna decisione al riguardo possa  essere assunta senza un approfondito confronto preliminare con le comunità locali e le istituzioni rappresentative dei territori interessati. L’apertura di un tavolo tra le parti sociali -  conclude De Luca Jr - appare dunque necessario per portare avanti qualunque ipotesi di delocalizzazione.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fonderie Pisano, Piero De Luca: "No alla delocalizzazione senza un confronto"

SalernoToday è in caricamento