Politica

Fonderie Pisano a Pontecagnano, il Pd insorge contro Sica: "E' un demagogo"

Il leader dell'opposizione Giuseppe Lanzara attacca il sindaco del comune picentino, che si era detto disponibile ad ospitare lo storico impianto nel suo comune

Lanzara

Dopo la provocazione del sindaco di Pontecagnano Ernesto Sica, che si è detto disponibile ad ospitare nel suo comune le Fonderie Pisano di Salerno, insorge il Partito Democratico attraverso il capogruppo Giuseppe Lanzara: “Demagogia e populismo appartengono ad un sindaco che ha perso tutta la sua credibilità. È legittimo avere anche posizioni differenti ma se voti NO in Consiglio Comunale alla delocalizzazione delle Fonderie Pisano e poi esprimi posizioni favorevoli all'insediamento vuol dire che o si è pazzi oppure si considera il Consiglio Comunale il luogo della bugia e delle favole."

Per questo il Pd ha chiesto un consiglio comunale monotematico sulla questione urgente delle Fonderie, perché “a dire che siamo per l'ambiente siamo tutti bravi e belli, soprattutto se si affrontano questioni generali e filosofiche”. “È quando bisogna prendere provvedimenti, è quando bisogna prendere una posizione cogente che - denuncia Lanzara - Sica sfugge come un coniglio. Anzi, rinnega e sbeffeggia il lavoro che i gruppi consiliari hanno svolto e che ha portato ad un voto unanime (anche lui ha alzato la mano tra uno sbadiglio e l'altro) contro le Fonderie. E sono proprio curioso di vedere se i suoi mostreranno un minimo cenno di ribellione altrimenti - si domanda - che senso ha continuare a discutere? Che senso ha parlare di tavoli tecnici se mancano i presupposti?”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fonderie Pisano a Pontecagnano, il Pd insorge contro Sica: "E' un demagogo"

SalernoToday è in caricamento