Fondi per l'erosione costiera, Ciarambino contro De Luca: "41 milioni solo per Salerno"

La capogruppo del M5S prende di mira i finanziamenti stanziati dal governatore e torna a parlare di "salernocentrismo"

De Luca e Ciarambino

Esplode la polemica politica sui fondi destinati dalla Regione alla città di Salerno. Ad alzare la voce, ancora una volta, è la capogruppo regionale del Movimento Cinque Stelle Valeria Ciarambino: “Per anni abbiamo denunciato quello strano fenomeno che abbiamo battezzato salernocentrismo, per una singolare concentrazione di risorse e iniziative istituzionali regionali nella città che, oltre a dare i natali, fa da imponente bacino elettorale per l'attuale governatore della Campania. Un fenomeno inaugurato cinque anni fa e che ha raggiunto il culmine con il recente finanziamento degli interventi per l'erosione costiera”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La stoccata

La fedelissima di Luigi Di Maio rivela: “Degli oltre 43 milioni previsti per l'intero territorio regionale, 41 milioni sono stati assegnati per due interventi nella sola città di Salerno, sebbene i processi di erosione costiera riguardino il 51% delle coste della Campania.Sarebbe interessante comprendere il perche' di questa scelta - sottolinea - e quali tipologie di interventi siano stati previsti per la riqualificazione della costa salernitana, da assorbire oltre il 90% dell'intera quota di finanziamento messa a disposizione. Sembra di rivivere i tempi delle programmazioni del piano strategico regionale Cultura e Beni Culturali, con la Regione che destina al solo teatro Verdi di Salerno la somma di un milione e 500mila euro, che supera del doppio il totale del finanziamento destinato ai teatri comunali di Avellino, Benevento e Caserta, che si sono dovuti accontentare di appena 250mila euro ciascuno. Per non parlare dei 2,5 milioni destinati ogni anno a Luci d'Artista, evento quest'anno osteggiato dagli stessi commercianti salernitani. Operazioni a firma di un uomo per fortuna al tramonto della sua esperienza politica e amministrativa" conclude Ciarambino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19: sospesa la scuola fino al 30 ottobre, chiusi i circoli e stop all'asporto dopo le 21 e alle feste

  • Covid, nuova ordinanza della Regione Campania: confermate le restrizioni

  • Grande attesa a Fisciano, apre il Parco Commerciale "Le Cinque Porte"

  • Allerta meteo in Campania, i sindaci salernitani chiudono le scuole: ecco i comuni

  • Mini-lockdown in Campania: pubblicata l'ordinanza, De Luca frena le attività e chiude le scuole

  • Covid, in arrivo un nuovo Dpcm: più smart working e nuova stretta sui ristoranti, possibile freno alle palestre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SalernoToday è in caricamento