rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Politica Agropoli

M5S, Gaudiano: "Ecco la proposta di legge contro le fritture di pesce"

La senatrice grillina: "E' un provvedimento contro la clientela scientifica nato da alcuni punti che erano stati elaborati dal Meetup locale"

Una legge contro le “fritture di pesce”. A proporla è la senatrice del Movimento Cinque Stelle Felicia Gaudiano, alla luce di alcuni spunti che erano stati elaborati dal Meetup del comune di Agropoli, dopo il caso delle famose fritture di pesce che coinvolse l’ex sindaco Franco Alfieri, oggi capo della segreteria del governatore campano Vincenzo De Luca.  

La proposta

L’esponente grillina entra nei dettagli: “Dobbiamo garantire la vera libertà di voto e la democrazia, eliminare la clientela scientifica e lasciare i cittadini davvero liberi di votare”. E annuncia: “La proposta depositata in parlamento, prevede “l’eliminazione di alcune zone franche del processo elettorale, in grado di generare, allo stato attuale, distorsioni del voto e rallentamenti procedurali”. “In particolare,- continua Gaudiano - all’inesistenza in Italia “di una norma o meccanismo informatico capace di controllare in tempo reale e impedire che la stessa persona, in qualità di rappresentante di lista, esprima il proprio voto due volte nella sessa consultazione elettorale”. La proposta di legge Gaudiano chiede l’obbligatorietà “del sorteggio dei presidenti di seggio e degli scrutatori tra i soggetti iscritti nell'apposito albo” e disciplina “la procedura che il rappresentante di lista deve seguire dal momento della nomina a quello di espressione del proprio voto”. Si precisano i criteri di ammissione all'albo per i presidenti di seggio e gli scrutatori “con l’obiettivo di selezionare personale competente, facilitare la risoluzione di eventuali problemi inerenti il processo elettorale o referendario e meglio tutelare le aggregazioni preferenziali espresse dai votanti”.

Soddisfatto il portavoce del M5S agropolese Consolato Caccamo: “Abbiamo chiesto una proposta normativa che potesse incidere in maniera rilevante sui meccanismi d’ombra del processo elettorale. Dopo quello che è accaduto ad Agropoli, già a settembre prese l’avvio una proposta di legge per combattere il voto di scambio e oggi i nostri portavoce in parlamento raccolgono le istanze locali e le portano nelle sedi opportune”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

M5S, Gaudiano: "Ecco la proposta di legge contro le fritture di pesce"

SalernoToday è in caricamento