Gioventù Nazionale: Riscopriamo la nostra identità, contro il virus

La società dei consumi è stata letteralmente messa in crisi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di SalernoToday

“Sarà un Natale essenzialmente diverso e quest’anno molte città hanno deciso di abbandonare le solite luminarie artistiche causa la pandemia: non dobbiamo dimenticare però che l’essenza stessa del Natale, che non è il vile consumismo come ci ha insegnato la società liberal capitalista, ma è la speranza. Per tale ragione come Gioventù Nazionale chiediamo che ogni città della nostra Provincia allestisca un Presepe come simbolo di speranza e di rinascita andando a riscoprire la nostra identità”. Ha dichiarato Domenico Masullo, presidente provinciale di Gioventù Nazionale Salerno.

 

“In questo periodo, infatti, siamo chiamati ad una riflessione profonda: per uscire dalla pandemia e dalla crisi economica e sociale che ne consegue, dobbiamo fare forza sulle nostre radici: la pandemia, infatti, ha messo in crisi ed ha spazzato via quell’idea di umanità che la società globalizzata aveva per anni esaltato come assoluto. La società dei consumi è stata letteralmente messa in crisi.

Tuttavia crediamo che lasciare passare questo periodo sotto traccia non serve a nulla: eliminare le luminarie e lasciare al buio le nostre città non serve a nulla. La risposta vera deve essere quella di ritornare alla proprie radici: per tale ragione è giusto che le piazze nella città della nostra provincia vedano spuntare un presepe come simbolo di speranza e di rinascita” conclude il presidente provinciale del movimento giovanile di Fratelli d’Italia.
 

Torna su
SalernoToday è in caricamento