Governo M5S-Pd, il ruolo dei salernitani tra conferme e new entry

Prosegue la trattativa tra i due partiti per dare vita al governo giallo-rosso dopo la crisi politica innescata dalla Lega di Matteo Salvini. Incerto il futuro dei politici salernitani finora impegnati nei ministeri

Zingaretti e Di Maio

Prosegue la trattativa tra Movimento Cinque Stelle e Partito Democratico per dare vita al governo giallo-rosso dopo la crisi politica innescata dalla Lega di Matteo Salvini. A poche ore dal secondo giro di consultazioni al Quirinale, Luigi Di Maio e Nicola Zingaretti, insieme ai rispettivi entourage, sono al lavoro per stilare il programma e soprattutto comporre tutte le caselle dei ministeri.

Il retroscena sui salernitani

Saranno confermati i due sottosegretari salernitani del M5S Andrea Cioffi ed Angelo Tofalo nel nascente governo, guidato, sembra, sempre da Giuseppe Conte? Le maggiori possibilità ci sono per Cioffi mentre su Tofalo, considerati i suoi rapporti molto stretti con la Lega, ci potrebbe essere il veto del Pd. Tutto dipenderà da Di Maio. Ma le vere novità dovrebbero arrivare dal Partito Democratico dove, accanto al nome di Nicola Oddati, uomo di stretta fiducia di Zingaretti, spunta anche quello di Alfonso Andria (già presidente della provincia, senatore e parlamentare europeo) che Dario Franceschini potrebbe piazzare nella rosa dei nomi dei sottosegretari. Più complicata, ma non impossibile, la possibilità che venga coinvolta anche l’ex consigliera regionale Anna Petrone, tra le prime a schierarsi, durante il congresso, al fianco del segretario dei democratici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Salerno, perde il controllo della moto e cade: morto 16enne

  • Lutto nella movida, dolore e commozione per i funerali di Enzo

  • Salerno, alunni vessati in classe: docente allontanata dalla scuola

  • Choc a Santa Maria di Castellabate: trovato un cadavere in spiaggia

  • Morto in spiaggia: due comunità piangono Domenico Di Sessa

  • La prof fa l'appello e viene sbeffeggiata dagli studenti: il caso a Salerno

Torna su
SalernoToday è in caricamento