rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Politica

Provincia, Iannone nomina assessori Massimo D'onofrio e Mario Miano

Immediata e dura la reazione di Forza Italia. Aliberti: "Uso disinvolto delle istituzioni", Di Giorgio: "Uso strumentale delle istituzioni", Zitarosa: "Solo passerelle politiche"

Il presidente della Provincia di Salerno, Antonio Iannone, ha nominato il consigliere Massimo D'Onofrio assessore al Turismo, che assume la delega del predecessore Costabile D'Agosto. Mario Miano, già assessore della Giunta Cirielli, rientra invece con le deleghe all'Agricoltura, Foreste, Incendi boschivi, Tutela degli Animali. “Desidero ringraziare il presidente  Iannone – dichiara il neo assessore provinciale al Turismo D'Onofrio -  per la fiducia accordatami. Un incarico prestigioso che intendo onorare con impegno e dedizione per valorizzare la nostra provincia, terra ricca di storia, di testimonianze artistiche e di eccellenze paesaggistico-ambientali”.

Sulla stessa linea Mario Miano: “Riprenderò la delega all'insegna della promozione e della difesa delle produzioni salernitane (22 certificate dall'Unione Europea). L'obiettivo principale sarà la creazione di una rete tra i maggiori attori del comparto Agricoltura per consegnare al territorio una certificazione di qualità che garantisca la salubrità e la sicurezza dei nostri prodotti”.  (Nella foto Iannone con D'onofrio).

La nomina, però, dei due nuovi assessori scatena l'ira di Forza Italia. Il primo ad intervenire è il capogruppo Pasquale Aliberti: "E' il segno, pessimo, di un persistente atteggiamento che penalizza la buona politica e conferma nell'opinione pubblica un sentimento diffuso di antipolitica. Comprendiamo l'ansia di un piccolo partito come Fratelli d'Italia di perdere ulteriori posizioni per un inarrestabile crescita di Forza Italia su tutto il territorio salernitano, ma è inaccettabile che venga perseguito ancora una volta il fallimentare obiettivo di frenare l'emorragia di consensi e di appartenenza ad un partito che in provincia di Salerno ha fatto della gestione della cosa pubblica l'unico senso della propria azione politica. Solo con un immediato, temiamo improbabile, cambio di rotta di Fdi sarà possibile costruire anche con loro l'unità del centrodestra in provincia di Salerno, all'insegna della gratuità dell'impegno e di una politica per lo sviluppo dei territori e non di una occupazione disinvolta delle istituzioni".

Sulla stessa linea il suo vice Mimmo Di Giorgio: "È grave che Fdi abbia deciso di spendere gli ultimi mesi a guida dell'Ente provinciale con l'identico atteggiamento che ne ha ha caratterizzato l'attività sin dal giorno dell'insediamento: e quindi con la nomina degli ultimi due assessori, del cui numero abbiamo perso ormai il conto. Una scelta che nasce solo per meri interessi di un partito. Questo conferma un inaccettabile uso strumentale delle istituzioni. Il consenso - spiega - si accresce con la buona politica e non con un valzer di nomine che certo non servirà a rianimare Fdi in provincia di Salerno, che per tali atteggiamenti si auto consegna ad un ruolo marginale e di pura gestione personalistica, penalizzando ampiamente l'elettorato di centrodestra".

Infine interviene il consigliere azzurro Giuseppe Zitarosa: "Sono solo passerelle politiche. «Un atto che nasconde - sottolinea - solo interessi di natura politica ed elettorale. Come si possono nominare assessori a corrente alternata? Da qui si comprendono quelli che sono solo puri giochi politici a fine elettoralistici visto che proprio D'Onofrio ha già dichiarato alla stampa di volersi candidare a sindaco di Pagani. Fdi si dimostra la continuazione della mentalità opportunistica della politica targata Cirielli. I cittadini capiranno che la nomina degli ultimi due assessori è avvenuta per curare e difendere solo gli interessi e gli accordi politici delle figure nominate e non degli utenti, né del territorio. Anche perché mi chiedo come si possa essere assessori per pochi mesi e come sia possibile capire e conoscere un determinato settore senza avere alle spalle un curriculum inerente? A questo e ad altri misteri ci hanno ormai “abituato” i “cirielliani” ed ora anche gli esponenti di Fdi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Provincia, Iannone nomina assessori Massimo D'onofrio e Mario Miano

SalernoToday è in caricamento