menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La secchiata di Volpe

La secchiata di Volpe

L'Ice Bucket Challenge contagia tutti, Salerno "divisa" sulle secchiate gelate

A postare il video anche Cirielli che, accettando la sfida degli assessori provinciali D'Onofrio e Esposito, l'ha rilanciata al presidente della Provincia Iannone. Tra gli altri, il sindaco di Bellizzi Volpe e l'assessore al Turismo di Salerno

L'Ice Bucket Challenge contagia tutti e giunge fino a Salerno: le secchiate d'acqua gelata stanno facendo impennare in Italia le donazioni per la ricerca sulla Sclerosi laterale amiotrofica. Un vero boom delle donazioni: dai 40.000 euro registrati sabato mattina ad oltre 100.000 per l'Aisla, la più grande delle associazioni impegnate in Italia nella lotta alla Sla, malattia degenerativa e progressiva del sistema nervoso che colpisce i neuroni che controllano il movimento. Tra le terribili conseguenze, la perdita della capacità di deglutire, di articolare la parola e di controllare i muscoli scheletrici, con una progressiva paralisi. Le sue cause sono sconosciute.

La ''sfida del secchio ghiacciato'', promossa dalla ALS prevede, in realtà, che la persona chiamata in causa abbia 24 ore di tempo per rovesciarsi addosso un secchio di acqua gelata, altrimenti dovrebbe effettuare una donazione all'associazione. Chi supera la prova conquista il diritto di sfidare altre persone. In molti, però, pare (o si spera), abbiano interpretato diversamente la sfida gettandosi il secchio d'acqua gelata senza rinunciare alla donazione. Poco conta: l'importante è che l'acqua sprecata non sia strumentalizzata solo per questioni di immagine.

A Salerno, a postare il video della sua doccia fredda, anche Cirielli che, accettando la sfida degli assessori provinciali Massimo D'Onofrio e Pina Esposito, l'ha rilanciata al presidente della Provincia Antonio Iannone che ha donato 100 euro. Tra gli altri politici, il sindaco di Bellizzi Mimmo Volpe e l'assessore comunale al Turismo di Salerno, Enzo Maraio che ha invece preferito postare l'assegno della donazione effettuata piuttosto che la secchiata. Dello stesso avviso, il vip salernitano Rocco Hunt che ha donato 1000 euro all'Aisla rinunciando al video. E la tendenza delle secchiate impazza anche tra giornalisti, professionisti e semplici cittadini. Per ulteriori informazioni sulle donazioni: Aisla.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Segnalazioni

Degrado a Salerno: persone rovistano di notte nei rifiuti, la denuncia

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento