rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Politica

Sospesi i corsi "massofisioterapista non vedente", Barbirotti non ci sta

La Regione non riattiverà i corsi per conseguire la qualifica di "massofisioterapista e massofisioterapista non vedente". L'onorevole Barbirotti: "Ingiusto e penalizzante per un'intera categoria di cittadini"

Presenta un'interrogazione ai presidenti del Consiglio e della Giunta Regionale, nonchè all'assessore al Lavoro - Formazione e Orientamento professionale, il consigliere regionale del gruppo consiliare Di Pietro Italia dei Valori, l'onorevole Dario Barbirotti. "Ingiusta e penalizzante per un'intera categoria di cittadini", secondo Barbirotti, infatti, la posizione della Regione che ha deciso di non riattivare, per l’anno scolastico 2011/2012, i corsi per la qualifica regionale di “massofisioterapista e massofisioterapista non vedente“.

"La legge 403 del 19/5/1971, mai abrogata, riconosce , quale  professione sanitaria con propria autonomia e dignità, la figura del massofisioterapista, anche non vedente o ipovedente, diplomato presso scuole statali o regionali autorizzate - precisa Barbirotti nell'interrogazione regionale - La massofisioterapia si inserisce nelle attività sanitarie professionali di riabilitazione, con propria autonomia e dignità: i massofisioterapisti non vedenti o ipovedenti, pur nelle specificità legate alla disabilità visiva, non sono una categoria a  sé stante, ma sono sempre stati considerati, ed hanno di conseguenza operato, come professionisti a tutti gli effetti".

Non convince, al consigliere regionale, inoltre, l'annunciata attivazione di corsi di formazione per “Operatore del Benessere", figura che, secondo Barbirotti non colmerebbe il vuoto formativo e di inserimento professionale dei non vedenti e ipovedenti. "La figura dell’ Operatore del Benessere, chiaramente connessa all’estetica e di cui si può ipotizzare l’eventuale impiego unicamente in centri estetici e non certamente nell’ambito sanitario, appare incerta quanto ad effettiva qualificazione professionale ma, soprattutto, non potrà mai essere accostata alle professioni sanitarie", ha concluso il consigliere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospesi i corsi "massofisioterapista non vedente", Barbirotti non ci sta

SalernoToday è in caricamento