Domenica, 21 Luglio 2024
Politica

Esclusiva/ Intervista a Nino Savastano: “Nuovi servizi per poveri e disabili"

L'assessore annuncia: "Presto Salerno avrà i gruppi-appartamenti come ci sono nel Nord Italia"

Continua il nostro giro di interviste agli esponenti della Giunta comunale guidata dal sindaco Vincenzo Napoli. Dopo Eva Avossa, Gaetana Falcone, Dario Loffredo, Angelo Caramanno, Mariarita Giordano, Mimmo De Maio, questa settimana  abbiamo incontrato l’assessore all Politiche Sociali, Nino Savastano.

Lei è uno dei pochi assessori ad essere stato riconfermato all’interno della Giunta Napoli. Se lo aspettava?

“Fin dal suo insediamento sono stato sempre a disposizione del sindaco. La mia riconferma va letta in un’ottica di continuità rispetto al lavoro che come assessorato e amministrazione comunale abbiamo messo in campo negli ultimi anni. A partire dal Piano Sociale di Zona, che ci contente di accompagnare con assistenza e servizi tantissime famiglie che vivono in grossa difficoltà” Ecco il tema della “povertà”.

I poveri, a Salerno, come in altre città sono in aumento. Il suo assessorato, concretamente, come può intervenire?

“Accogliamo davvero tante persone costrette a vivere per strada, molte delle quali sfrattate. Una cinquantina di loro le accudiamo nel centro di accoglienza, situato di fronte al carcere, in attesa dell’indizione di una gara pubblica per l’affidamento di alloggi popolari, che almeno non ci sono”

A proposito: qual è lo stato degli alloggi popolari?

“Nel 2013 sottoscrivemmo con il sindaco De Luca e l’istituto autonomo case popolari della provincia di Salerno un protocollo d’intesa per l’utilizzo di alloggi in attesa dell’ individuazione degli assegnatari definitivi. Gli alloggi sono stati assegnati temporaneamente secondo graduatorie individuate sulla base della valutazione di situazioni di particolare disagio relative a sfratti, precarietà occupazionale ed handicap”

Ci sono anche altre modalità che il Comune utilizza per aiutare i poveri della nostra città?

“Per evitare il cosiddetto fenomeno dell’ “assistenzialismo” paghiamo a chi ne ha diritto le bollette di acqua, luce e gas attraverso i segretariati sociali e in accordo con la Caritas. Poi offriamo, di conseguenza, servizi anche ai figli o ai disabili che fanno parte di un determinato nucleo familiare”

E i soldi dove li trovate per finanziare tutti gli servizi?

“Prima di tutto possiamo contare sul Piano Sociale Regionale e poi c’è il nostro Piano Sociale che per l’80% è tutto a carico del Comune. Un sforzo economico importante che ci consente di dare assistenza a coloro che ne hanno davvero un gran bisogno. Ovviamente l’ obiettivo è quello di rafforzare i nostri servizi grazie anche ai fondi statali, regionali ed europei in sinergia con la Regione Campania”

Altro fronte su cui il suo assessorato è impegnato è quello legato allo sbarco di migranti al porto di Salerno.

“Sì, con la Prefettura e le associazioni di volontariato lavoriamo in stretta sinergia ogni qual volta arrivano navi con a bordo centinaia di migranti. In particolare, noi come Comune ci occupiamo di minori non accompagnati. Li ospitiamo in diverse strutture presenti sul territorio e cerchiamo di farli integrare nel miglior modo possibile con la nostra comunità”

Avete qualche progetto in cantiere?

“Sono in fase di completamento i laboratori multimediali al centro polifunzionale del Parco Arbostella, che è destinato a diventare uno dei principali punti di riferimento della zona orientale per tanti ragazzi dai 16 anni in su’; stiamo ultimando anche l’asilo nido in via Bottiglieri; proseguono i tavoli permanenti per ampliare i nostri servizi, a partire dall’assistenza domiciliare per gli anziani. Proprio su questo punto avvieremo una campagna di sensibilizzazione. Infine stiamo lavorando per un importante progetto che riguarda la disabilità mentale: vogliamo dar vita a dei gruppi-appartamenti che possano ospitare i ragazzi ricoverati nelle comunità che hanno portato a termine il percorso terapeutico. Nel Nord Italia ce ne sono già diversi. Noi puntiamo a creare alcuni anche nella nostra Salerno”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esclusiva/ Intervista a Nino Savastano: “Nuovi servizi per poveri e disabili"
SalernoToday è in caricamento