menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
De Luca

De Luca

De Luca Ministro, auguri e critiche: il sindaco deve scegliere

De Luca dovrà scegliere: l'incarico di viceministro, infatti, è incompatibile con quello di sindaco

Tanti auguri, ma anche qualche critica, piovono sul sindaco di Salerno, Vicenzo De Luca, per la nomina di ieri come viceministro per le Infrastrutture e i Trasporti. "Sono felice per la scelta fatta ieri dall'esecutivo guidato da Enrico Letta, che premia il Pd campano. De Luca, sindaco di Salerno e candidato alle scorse regionali con il centrosinistra, rappresenta al meglio la buona amministrazione, come gli è riconosciuto da tutti", ha esordito, per iniziare Enzo Amendola, deputato e segretario regionale del Partito Democratico.

Non si lascia attendere, l'augurio di Tino Iannuzzi, deputato del Partito Democratico: "Si tratta di un importante riconoscimento per il Partito Democratico di Salerno e della Campania, per l'intero Mezzogiorno e per tutto il mondo degli Amministratori Locali. Il sindaco De Luca saprà sicuramente dare un contributo fondamentale alla risoluzione delle tante questioni che, anche e soprattutto nel territorio campano e meridionale, interessano il settore delle infrastrutture e dei trasporti", ha precisato.

"Siamo certi che il primo cittadino del Comune Capoluogo saprà tramutare, anche nel Governo Centrale, la sua capacità amministrativa in fatti concreti, a cominciare da quelle vicende che interessano il territorio salernitano: la Metropolitana Leggera e l'Aeroporto Costa d'Amalfi", incalza dalla Cisl, Matteo Buono.

"L’incarico di governo per Salerno potrà essere anche l’occasione per vedere il completamento del progetto della litoranea intesa come distretto turistico, con alberghi ed una riqualificazione urbana tale da rendere possibile lo sviluppo del territorio. I lavoratori del Turismo si augurano che il sindaco completi quanto promesso, con il personale augurio di buon lavoro per il suo nuovo ruolo istituzionale”, ha, inoltre, commentato Giovanni Giudice, responsabile provinciale Cisal Terziario, del Commercio, del Turismo e degli Artigiani.

E Caldoro: "Non può fare miracoli, non voglio caricarlo di altre responsabilità - ha affermato il presidente della Regione - però si può fare uno sforzo sul trasporto pubblico locale. Ha fatto il sindaco di Salerno e sa cosa significa". Sperano nell'apporto nella ricerca di una soluzione che possa contribuire al miglioramento della trasporti nel Vallo di Diano, intanto, i Rinnovatori Democratici, fieri del sindaco di Salerno. Fuori dal coro unanime di auguri, Italia Nostra ed il Comitato No Crescent.

"Si tratta di una nomina inopportuna se pensiamo al Crescent, alla deviazione del torrente Fusandola, soggetto a vincolo ambientale, paesaggistico e idrogeologico. Inopportuna se pensiamo all’opera pubblica di piazza della Libertà, alla relativa gara, all’aggiudicazione, alla interdittiva antimafia della ditta aggiudicataria, alle polizze fideiussorie di società rumena indagata dalla Dia", sbottano gli oppositori del sindaco. Ad ogni modo,  De Luca dovrà scegliere: l'incarico di viceministro, infatti, è incompatibile con quello di sindaco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Razzo cinese, tra le traiettorie anche la Campania: "Restate a casa"

Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

social

Dopo il "Zitt!" arriva la festa anche per Raffaele il Vikingo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento