menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Impianto di compostaggio

Impianto di compostaggio

Eboli, completato l'impianto di compostaggio

Serve solamente l'autorizzazione del settore ecologia di Salerno per la sua attivazione. Romano: "L'impianto potrà trattare 21mila tonnellate di frazione umida all'anno"

Completati i lavori dell'impianto di compostaggio del comune di Eboli: a renderlo noto l'assessore regionale all'ambiente Giovanni Romano. I lavori, fermi dal 2008, sono stati completati grazie allo sblocco, da parte della regione Campania, di 1,2 milioni di Euro: l'impianto potrà trattare 21mila tonnellate di rifiuti della frazione umida all'anno, come spiegato dal delegato regionale all'ambiente. E' stato sistemato il piazzale, sono stati installati inoltre sistemi in grado di abbattere gli odori provenienti dalla frazione umida. Il prossimo passo che il comune di Eboli dovrà compiere, ha aggiunto Giovanni Romano, sarà quello di chiedere al settore tecnico amministrativo ecologia di Salerno l'autorizzazione all'esercizio per l'effettiva attivazione dell'impianto.

Il completamento dell'impianto di compostaggio di Eboli potrebbe avere importanti ripercussioni sulla situazione occupazionale di molti lavoratori del settore: "Grazie al completamento dell' opera - aggiunge l'assessore Romano - potranno essere anche tutelati ulteriormente i lavoratori dei Consorzi di Bacino di Salerno: abbiamo già concordato con la provincia, che dovrà gestire l'impianto al termine delle fase di esercizio funzionale ad opera della ditta che ha realizzato i lavori, l'utilizzo di tali maestranze".

"L' impianto di Eboli dopo quello di Salerno è il secondo, in ordine di grandezza che viene realizzato grazie alla forte spinta della giunta Caldoro e dell'assessorato che mi onoro di rappresentare, rispettando i termini comunicati all'Unione Europea sul completamento dell'opera. Se non ci fosse stata la ferrea volontà da parte nostra di pensare alla parte del ciclo dei rifiuti che riguarda l'organico, si sarebbe rischiato di avere una grande opera di importanza strategica, quale quella di Eboli, ancora incompiuta" ha concluso l'assessore regionale all'ambiente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Moderna e Pfizer: ecco cosa cambia da lunedì

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SalernoToday è in caricamento